Cerca

Saremo tutti schiavi

Quando Paolo Gentiloni diceva: "Cedere sovranità all'Europa"

4
Quando Paolo Gentiloni diceva: "Cedere sovranità all'Europa"

Erano altri tempi, certo. Era il 2012. Eppure le tracce restano e i sospetti pure. Le tracce di Paolo Gentiloni e i sospetti sul suo conto. Già, perché secondo tutte le indiscrezioni che arrivano da Quirinale, Roma e dintorni potrebbe proprio essere lui il prossimo premier: da ministro degli Esteri a Palazzo Chigi in un governo di forte marca renziana. Ma, si diceva, tracce e sospetti. Come detto, erano altri tempi, era il 2012. Altri tempi in cui però il sentimento anti-europeista iniziava a montare con veemenza, soltanto pochi mesi prima Silvio Berlusconi era stato fatto fuori da un un complottone ordito da burocrati europei, Giorgio Napolitano e colpi di spread. E a quell'epoca, l'oggi papabile premier Gentiloni, conversando con Carlo Cattaneo, scriveva su Twitter: "Esatto, dobbiamo cedere sovranità a un'Europa unita e democratica". Il probabile presidente del Consiglio, insomma, è da tempo favorevole a cedere ulteriore sovranità all'Europa. Meglio saperlo.

Di seguito, il tweet

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • insorgi

    11 Dicembre 2016 - 13:01

    Da non credere. Il nostro Governo occupato da un manipolo di pseudo politici, incapace ma prono ai voleri di una Europa “disunita“. Questo manipolo, può cedere la propria sovranità al miglior offerente se tanto sta a cuore ma si tolgano dalla mente di svendere l’Italia e il popolo italiano.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    11 Dicembre 2016 - 12:12

    che notiziona!

    Report

    Rispondi

  • virginio.maggioni

    11 Dicembre 2016 - 11:11

    Il deficiente che risponde al nome di Gentiloni, sarà meglio che si tolga dai piedi prima possibile!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media