Cerca

Follia a cinque stelle

Il grillino: "I gay sposino gli animali",
Crozza lo imita e si becca la querela

Francesco Perra, candidato al senato per i grillini, non ha mandato giù la presa in giro del comico. Così dopo l'attacco omofobo ai gay ha pensato bene di trascinare in tribunale l'attore

Il grillino: "I gay sposino gli animali",
Crozza lo imita e si becca la querela

 

Il grillino che querela Maurizio Crozza. Non è una battuta o una performance comica dell'attore genovese. Francesco Perra, candidato al Senato per il Movimento Cinque Stelle non ha digerito l'imitazione che gli ha riservato Crozza durante il suo show su La7 e così ha pensato bene di querelarlo. Perra ama le comparsate televisive. E in una l'ha combinata grossa. Lui attivista NoTav e NoGas lo è pure NoGay. Ospite di Vedeolina aveva detto sui matrimoni omosessuali: "Un'istituzione - a suo dire - che ha sempre riguardato l'uomo e la donna. Come fai a istituirlo per persone dello stesso sesso? Allora, siamo nel terzo millennio, cambiamo anche il concetto del matrimonio, ma allora a quel punto possiamo sposarci in tre, potremmo anche sposarci con il nostro animale, perché ci sono persone che hanno un rapporto affettivo con il proprio animale". Un paragone choc che era passato sotto traccia, ma che Crozza ha rispolverato a Crozza nel paese delle meraviglie. Il comico ha preso in giro Perra il quale non si è scusato affatto per le sue parole offensive contro gli omosessuali e ha rincarato la dose querelando quel burlone di Crozza. Ora dopo i giornalisti scatta la fatwa contro i comici. I Cinque Stelle sono allergici alla critica. (I.S.)


 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    19 Aprile 2013 - 10:10

    Si' si' ,la democrazia on line ,dove puoi far finta di essere qualcun'altro eppoi ,la verita' di chi sei veramente viene a galla (come la m...) ... Questa e' l'uguaglianza on line ,dove se ti vuoi mascherare da buffone lo puoi fare, non ti giudica nessuno... non ti vede nessuno ... Bella cazzata l'autonoimia della rete..

    Report

    Rispondi

  • Cini

    17 Aprile 2013 - 20:08

    Un movimento che raggruppa gentaglia raccolta per lo più da manifestazioni di piazza e strade come tale prevale un miscuglio di disperati, nullafacenti, omofobi, xenofobi, cospiratori, istigatori e soprattutto un accumulo pericoloso di ignoranza.

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    17 Aprile 2013 - 15:03

    Incredibile, sembrerebbe più un comportamento alla Berlusconi che si permette di dire tutto su tutti

    Report

    Rispondi

  • dx

    17 Aprile 2013 - 15:03

    quel che si dicono e credono pure di essere portatori della verità arrampicandosi sugli specchi e sperando di non essere visti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog