Cerca

Rodotà

Il candidato M5S al Colle è lo Scilipoti del '73: comunista per un seggio

Radicale, non ottenne un buon posto in lista da Marco Pannella e divenne comunista. Ha trasformato un authority in una succursale Ds ed ha tre vitalizi

Stefano Rodotà

Stefano Rodotà

 

di Mattias Mainiero

«Buonasera, professore». Corso di Orbetello, pomeriggio di non molti mesi fa. Rodotà cammina proprio al centro della strada. Non guarda le vetrine dei negozi, non guarda i passanti. Cammina. È solo, assorto nei suoi pensieri. E non risponde al saluto.

Una mezz’oretta dopo, stesso corso. Rodotà lo sta percorrendo in senso opposto. Di nuovo al centro della strada. Di nuovo lo sguardo fisso dinanzi a sé. Presumiamo gli stessi profondi pensieri. «Buonasera, professore». Di nuovo non risponde.

Dobbiamo essere chiari, non possiamo lasciare equivoci: quel pomeriggio ad Orbetello non fu il professor Stefano Rodotà a non ricambiare il saluto perché distratto o per altri motivi. Eravamo noi che non meritavamo neppure un cenno della testa, un sorriso, un sopracciglio alzato. (...)

Su Libero di giovedì 18 aprile, Mattias Mainiero tratteggia il ritratto di Stefano Rodotà, il candidato grillino al Quirinale. Si tratta di uno Scilipoti "ante litteram": nel 1973 infatti passò al Pci per un seggio. Rodotà, radicale, non ottenne un buon posto in lista da Marco Pannella e così divenne comunista. Nella sua carriera, inoltre, trasformò un authority in una succursale dei Ds. E ha la bellezza di tre vitalizi.

Leggi l'approfondimento di Mattias Mainiero su Libero di giovedì 18 aprile

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mark70

    18 Aprile 2013 - 15:03

    + stipendio da presidente....miiii alla faccia della sobrietà e del garantismo!!!

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    18 Aprile 2013 - 15:03

    che in campagna elettorale raccontavano che avrebbero preso 2500 euro al mese? sono quelli che hanno ingannato il popolo dicendo che erano contro la casta contro la vecchia politica? Strano ora ci troviamo i grillini che con quasi 14000 euro al mese quasi non ce la fanno ad arrivare a fine mese,ora che sono seduti in poltrona grazie ai coglioni che hanno creduto alla parole del pagliaccio,hanno capito che essere della casta è maledettamente bello e infatti chi ti votano? rodotà un vecchio super comunista con 3 vitalizi.Ma davvero ci sono ancora tanti proseliti che lo rivoterebbero? Parlano di inciucio tra PD e PDL solo per nascondere il più grande inciucio che loro hanno fatto con il PD.Avete notato renzi sta cambiando casacca,forse grillo gli ha promesso che si andrà subito ad elezioni così faranno fuori anche Berlusconi.Il belloè che il grullo renzi ci crede.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    18 Aprile 2013 - 15:03

    che in campagna elettorale raccontavano che avrebbero preso 2500 euro al mese? sono quelli che hanno ingannato il popolo dicendo che erano contro la casta contro la vecchia politica? Strano ora ci troviamo i grillini che con quasi 14000 euro al mese quasi non ce la fanno ad arrivare a fine mese,ora che sono seduti in poltrona grazie ai coglioni che hanno creduto alla parole del pagliaccio,hanno capito che essere della casta è maledettamente bello e infatti chi ti votano? rodotà un vecchio super comunista con 3 vitalizi.Ma davvero ci sono ancora tanti proseliti che lo rivoterebbero?

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    18 Aprile 2013 - 15:03

    ...chi c....o è? in Italia ed all'Estero.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog