Cerca

Corsa al Colle de La Repubblica

Il "vaffa" di Ezio Mauro a Bersani:
"Marini? No il presidente è Rodotà""

Il direttore del quotidiano più vicino al Pd non digerisce la scelta del segretario: "Avevamo chiesto un nome di garanzia, non c'è nulla, non vogliamo chi soddisfa solo una parte"

Ezio Mauro, direttore di Repubblica

Bisogna proprio mettercela tutta per scontentare chiunque. Pier Luigi Bersani ha fatto bingo. Con la proposta di Franco Marini per il Quirinale è riuscito nell'impresa di far imbufalire tutto il centrosinistra. Anche i giornali "amici" come Repubblica. Il direttore Ezio Mauro è una furia e non accetta quella candidatura per il dopo-Napolitano. Così la rabbia non la tiene dentro e si sfoga su twitter. Il bersaglio ovviamente è Bersani. "Avevamo chiesto al Pd una scelta autonoma per un nome degno. Non c'è autonomia e non c'è il nome". Poi dopo aver appreso l'ufficialità della candidatura di Marini, Mauro rincara la dose: "A questo punto o Bersani ha un nome nuovo che garantisca tutto il parlamento e non solo qualcuno, oppure il nome è Rodotà". Insomma a Repubblica vogliono Rodotà, al massimo Sabino Cassese, ma Franco Marini proprio no. Da settimane buona parte della sinistra chiede una personalità garante per tutti. Bersani pensa solo a palazzo Chigi e vuole un presidente che gli garantisca il posto da premier. Il candidato ideale per lui è Marini. Il segretario pensa solo agli interessi di bottega. Nemmeno quelli del Pd ma ai suoi quelli della vanità di un non vincente cronico. Ora che pure Mauro l'ha bastonato è tempo che Bersani capisca che l'ostinata ricerca di una poltrona a palazzo Chigi fa male al Paese e soprattutto al Pd. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fosca1947

    18 Aprile 2013 - 18:06

    la vedo male per Bersani: ha osato sfidare il più potente partito d'Italia, quello che con 17 quotidiani, vari periodici, una emittente televisiva, una presenza capillare negli istituti scolastici (metodo Hamas) e un folto manipolo di giudici a servizio, è riuscito a creare un allevamento di antiberlusconiani a doc e a mettere la sinistra in condizione di guidare il Paese più volte in questo ventennio, pur senza vincere le elezioni. Ma che si credeva Bersani, che il posto che occupa lo deve al suo ingegno o alla sua verve emiliana? Il PD deve tutto al Partito di Repubblica. Per non sparire Bersani deve mostrare di essere riconoscente, o Repubblica quarderà altrove e lui ed il Pd saranno definitivamente perduti.

    Report

    Rispondi

  • betadue

    18 Aprile 2013 - 18:06

    Quando parla di Presidente di garanzia Ezio Mauro, campione di faziosità, fa venire i brividi

    Report

    Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    18 Aprile 2013 - 18:06

    Il solito bastardone, falso, fazioso e ipocrita!

    Report

    Rispondi

  • micael44

    18 Aprile 2013 - 17:05

    Ipse dixit! Certamente avrà avuto l'o.k. dal suo mentore dalla barba bianca! Ohè! Non scherziamo, questa gent-aglia bisogna ascoltarla! Certo, Rodotà ha un'esperienza in materia di "garanzie" della privacy! Infatti gli italiani in questo campo sono proprio garantiti!!! Nel caso venisse eletto "garantirà" anche la privacy dell'Italia o solo la sua, del tipo "io non ci sto"? Oscurerà Twitter e Facebook? Al peggio non c'è limite!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog