Cerca

Boomerang dal Colle

Prodi, Bersani e gli sfottò del web:
"Il Prof va di Mali...in peggio"

Fallita la scalata di Mortadella alla poltrona di Napolitano, si scatena il mondo di twitter. E per Bersani c'è l'ultima bastonata della rete: "Pd ormai sta per Psico Dramma"

Prodi, Bersani e gli sfottò del web:
"Il Prof va di Mali...in peggio"

Pier Luigi Bersani e Romano Prodi sono il simbolo di un Pd che non esite più. Una figuraccia dietro l'altra. Un tonfo memorabile quello di Mortadella che si ferma solo a 395 voti per la sua corsa al Colle che sembra essere ormai quella di un cavallo zoppo, fatto fuori dal suo stesso fantino, il Pd. Così il web, superata la grande paura di vedere il Prof di Bologna al Quirinale si rilassa e impallina il segretario e l'ex premier. Su Prodi la presa in giro corre su twitter. Lui è in Mali e in mattinata aveva detto: "Torno il prima possibile". Non serve più. Così i cinguettii di sfottò non si fermano più. "Prodi ha lasciato il Mali, appena atterrato in peggio", "Bravi abbiamo deluso un intero paese. Abbiamo deluso il Mali", "Prodi, non tutti i Mali vengono per nuocere", "Professore come va? Mali", "Di Mali in peggio", "Dite a Prodi di ritardare il ritorno dal Mali". Questi alcuni dei tweet al veleno che hanno invaso il social network e la rete. Mortadella avrebbe fatto meglio a tacere. Quella sua permanenza in Mali è diventata un boomerang pericoloso che ha regalato risate a tutto il mondo della rete. Soprattutto ai grillini che festeggiano la caduta del Pd e anche al Cav che con tutte le sue forze ha detto no a Prodi per il Quirinale.

Bersani, psicodramma -  Poi c'è l'altro lato dolente. Quello di Bersani che ormai è alle porte dello psicodramma. Un segretario che non riesce ad imporre nemmeno un candidato credibile per il Colle al suo partito. Così per la rete Pd sta per "Psico Dramma", oppure ci sono vignette con Bersanin che ha una pistola puntata al cervello con la didascalia "exit strategy". Ma non finisce qui. Pier è il bersaglio preferito. Bersani è anche il "Che" col sigaro in bocca ma con uno slogan da brivido: "Che cazzo fai ora?". Già che farà Bersani? Andrà forse in Mali dove tra un bicchiere di vino e un pezzo di mortadella sognerà nelle notti isonni dell'Africa il suo trono proibito di palazzo Chigi. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinturicchi

    20 Aprile 2013 - 11:11

    Partito Defunto ............durante la notte

    Report

    Rispondi

  • pinturicchi

    20 Aprile 2013 - 11:11

    LUI QUANDO PARLA SI FA CAPIRE A TUTTI GLI ITALIANI

    Report

    Rispondi

  • enricoti

    20 Aprile 2013 - 08:08

    maledetto traditore dei lavoratori adesso la paghi, muori!

    Report

    Rispondi

  • pclaudio

    20 Aprile 2013 - 03:03

    Devi scusarci, è l'euforia per aver schivato la mortadella al Quirinale. E poi, scusa tanto. Berlusconi potrà essere sfottuto dal web quanto ti pare, ma la colossale FIGURA DI MERDA che ha rimediato il Pd, e con lui il suo gioioso elettorato, non hanno proprio paragoni nella storia della Repubblica. Fossi un elettore di sinistra, mi farei piccolo piccolo. A buon intenditor...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog