Cerca

Un tecnico in confessionale

Oggi scade ufficialmente il suo mandato e Monti va a farsi benedire da Papa Francesco

L'incontro si terrà oggi nell'abitazione del pontefice. Chissà quante cose avrà da farsi perdonare...

Mario Monti
di Sebastiano Solano
Per sapere se il governo-Letta nascerà o meno bisognerà attendere fino a domani, venerdì 26 aprile, ma un motivo per festeggiare gli italiani ce l'hanno già: proprio oggi, infatti, Mario Monti e sui ministri tecnici abbandoneranno ufficialmente Palazzo Chigi. Per sempre. Difficilmente il suo governo verrà dimenticato dagli italiani: la slavina di tasse che ha portato il Paese sul lastrico, il dramma degli esodati prodotto dalla sciaguarata riforma del mercato del lavoro targata Elsa Fornero, le umiliazioni inflitte ai cittadini con Equitalia, che si è lanciata in una campagna fiscale nei confronti dei cittadini ai limiti della persecuzione.

 
 Insomma, Monti ha tanto da farsi perdonare dagli italiani e chissà che un giorno non chieda pubblicamente scusa. Nel frattempo, però, evidentemente consapevole della serie di errori inanellata dal suo esecutivo, proprio nel giorno di scadenza del suo mandato va a farsi benedire. Letteralmente. E devono essere mancanze ed errori di un certo peso se per farlo ha scelto la maggiore autorità in materia: Papa Francesco. Come riportano le agenzie, oggi, nella Domus Sanctae Marthae dove alloggia e non nell’appartamento pontificio, Monti ha avuto l’incontro con Francesco. L'occasione per un colloquio più approfondito, dopo il breve faccia a faccia nella basilica di San Pietro il 19 marzo scorso, il giorno del'insediamento del nuovo Pontefice. Incontro, quest'ultimo, che evidentemente non è bastato a farsi 'assolvere' completamente: la lista delle cose da farsi perdonare deve essere lunga, lunghissima. Gli italiani lo sanno benissimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lallo1045

    27 Aprile 2013 - 19:07

    Malissimo ha fatto Papa Francesco a ricevere in via preferenziale il "DRACULA" Mario, affamatore dei poveri cristi. Per me ha già perso il 50% della credibilità. Un altro incontro del genere e può tornare in Argentina a pascolare là le pecorelle.

    Report

    Rispondi

  • farina1941

    27 Aprile 2013 - 11:11

    il gusto satanico nel impoverire gli ITALIANI e arricchire le banche

    Report

    Rispondi

  • steu60

    27 Aprile 2013 - 07:07

    Ma questo infame la vuole smettere di usare corsie preferenziali? Fosse andato,come tutti i cristiani all'udienza generale assieme a tanti altri.... e invece no questo fariseo che mangia e lautamente alle spalle della povera gente reputa di essere un cristiano migliore degli altri.Bene avrebbe fatto il papa a mandarlo a quel paese.Quando è stato il momento di togliere ai poveri non ha avuto nessuna pietà e adesso che cosa vuole dal papa? e male ha fatto il papa a riceverlo

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    26 Aprile 2013 - 23:11

    trattasi di essere inqualificabile nello squallore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog