Cerca

Risolve i problemi? No

Il capolavoro del prof Monti:
fa perdere 3 miliardi allo Stato

La scarica di tasse imposta dal tecnico ha ridotto i contributi Inps e il gettito di Iva, accise sui tabacchi e carburanti. Anche la Tobin tax un boomerang

Mario Monti

Mario Monti

 

di Antonio Castro

Di sicuro mancano all’appello, per il momento, qualcosa come 3 miliardi e siamo solo all’inizio dell’anno (contabile). Certo gli inquilini uscenti di Palazzo Chigi e via XX Settembre non pensavano di galleggiare tanto a lungo (dal 25 febbraio, oltre 2 mesi) in attesa che si componesse una maggioranza per mettere in piedi il nuovo governo. Ora che Enrico Letta, presidente del Consiglio incaricato, sta trattando per lanciare il nuovo esecutivo, c’è chi ha già cominciato a far di conto. Al quartier generale del Partito democratico da mesi si batte per andare a scovare la temuta “polvere sotto i tappeti”. E il responsabile economico del Pd, Stefano Fassina, ha anche già ipotizzato che serviranno subito dai 6 agli 8 miliardi. Insomma, c’è nell’aria una bella manovra finanziaria “correttiva”, dopo la grandinata di tasse e balzelli di Monti e dei suoi tecnici degli ultimi 15 mesi. (...)

Come spiega Antonio Castro su Libero di sabato 27 aprile, Mario Monti ha fatto perdere 3 miliardi allo Stato italiano. E pensare che lo chiamavano Professore. La sua scarica di tasse ha ridotto i contributi Inps e il gettito di Iva, accise, tabacchi e carburanti. E anche la Tobin tax si è rivelata un boomerang.

Leggi l'approfondimento di Antonio Castro su Libero di giovedì 27 aprile

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mimmomalagnino

    27 Aprile 2013 - 13:01

    Una sola parola : imbecillità!

    Report

    Rispondi

blog