Cerca

Il retroscena

Napolitano indica la strada a Letta per andare al governo

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano

Tocca ancora una volta a Giorgio Napolitano sbrogliare la matassa e intervenire nello stallo delle trattative fra centrosinista e centrodestra sui nomi della futura squadra di governo di Enrico Letta. Come scrive il Corriere della Sera, è il presidente della Repubblica a dare consigli preziosi a Letta, a sdrammatizzare le divergenze fra i due schieramenti. Napolitano avrebbe innanzitutto detto che per trovare la quadra è necessario individuare delle personalità che abbiano queste caratteristiche: competenza e autorevolezza. E che rappresentino il rinnovamento. Quindi sono necessari un ricambio generazionale e un'adeguata presenza femminile. 

Alla luce dei pesanti contrasti fra Pd e Pdl sui big come Massimo D'Alema e Renato Brunetta, il presidente della Repubblica ha suggerito un "sano realismo". Ovvero tagliare la testa al toro: non proporre nessuno dei due. Con il rischio ovviamente, di vendette poi al momento della fiducia.L'ultima possibilità è inviare comunque alle Camere il premier con i ministri che avrà scelto anche senza un accordo e inchiodare tutti alle proprie responsabilità con il monito: "Non ci sono alternative al successo". Ma questa sembra un'ipotesi remota. L'intesa si troverà.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sommesso49

    27 Aprile 2013 - 15:03

    Due amici inseparabili erano soliti andare a caccia. Di questi, il primo (cieco) era titolare del permesso di caccia e proprietario del fucile, il secondo (muto) era l'accompagnatore. Eccosì, quando il muto avvistava la preda, suggeriva al cieco la direzione verso la quale sparare. I trisultati si immaginano facilmente!

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    27 Aprile 2013 - 15:03

    Due amici inseparabili erano soliti andare a caccia. Di questi, il primo (cieco) era titolare del permesso di caccia e proprietario del fucile, il secondo (muto) era l'accompagnatore. Eccosì, quando il muto avvistava la preda, suggeriva al cieco la direzione verso la quale sparare. I trisultati si immaginano facilmente!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    27 Aprile 2013 - 13:01

    Già,ti pare facile a te.Se tiri fuori i forconi, come minimo soleados toglie il bastone e se lo ficca in culo.Poi cosa fai,giri con la forchetta in mano?

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    27 Aprile 2013 - 13:01

    penso che Berlusconi faccia buon viso a cattiva sorte per dimostrare lasua intenzione di voler salvare il Paese ma non appena i sondaggi gli confermeranno di avere la maggioranza , con la scusa di qualche ministro di non suo gradimento, chiederà le elezioni anticipate. E la gente voterà per lui che ha tentato il tiutto per tutto , facendo pure un passo indietro. FURRRRRBO

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog