Cerca

Sangue sul giuramento

Grillo s'infuria e si dissocia
ma gli sciacalli li ha in casa

Beppe Grillo

 di Marco Gorra 

I fratelli maggiori avevano Toni Negri e Franco Piperno. Questi si devono accontentare di Paolo Becchi e Sabina Guzzanti. Lo scadimento verticale del radicalismo protestatario italiano passa anche per il ridottissimo cabotaggio di coloro che di questo radicalismo potrebbero essere identificati come i cattivi maestri. I quali, nonostante Beppe Grillo si affanni a dare di «sciacalli» a quanti mettono in correlazione Movimento cinque stelle ed imbarbarimento della situazione culminante nelle pistolettate, esistono eccome. Personaggi che del Movimento passano per essere (più o meno) intellettuali (più o meno) organici e che, nelle ultime ore, hanno lavorato di fino per dotare la vicenda Preiti del suo bravo armamentario di distinguo, suggestioni complottarde e giustificazionismi assortiti. Ossia di ciò di cui sono in cerca le menti semplici grilline che hanno bisogno di potere continuare a raccontare (e a raccontarsi) che il clima da caccia alle streghe che loro hanno contribuito ad instaurare nulla ha a che vedere con gli eventi di domenica e che anzi la colpa di questi ultimi è di piena ed esclusiva titolarità delle soperchierie della casta.

Leggi l'articolo integrale di Marco Gorra
su Libero in edicola oggi, martedì 30 aprile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    02 Maggio 2013 - 20:08

    Adesso che è montata la tempesta, quell'altro cretino di GRILO si attiva a sconfessare quello che è ritenuto l'ideologo del movimento. Troppo tardi ormai la frittata e fatta.

    Report

    Rispondi

  • enricoti

    30 Aprile 2013 - 10:10

    Se li vogliamo mandare a casa tutti voi grillini a 5 stelle ormai spente vi dovete dimettere tutti dal parlamento. non resta niente altro da fare per voi.

    Report

    Rispondi

blog