Cerca

Stoccata e fuga

M5s, Alessandro Di Battista e la retromarcia su Beppe Grillo: "Genova? Lui è il garante e io mi fido"

4
Alessandro Di Battista

Dopo il "golpe" di Genova, dove Beppe Grillo ha annullato l'esito delle Comunarie per consegnare la vittoria al suo candidato sindaco favorito, ad Alessandro Di Battista era stato attribuito un durissimo sfogo: "Sono stanco di metterci la faccia". Così, secondo Repubblica, in un durissimo attacco al grande capo Beppe. Ma ora, proprio in un'intervista a Repubblica, Dibba sterza e cambia i toni. Come spiega il caso di Genova? "Abbiamo un garante e di lui io mi fido - risponde il soldatino Dibba -. Beppe conosce il territorio e se ha preso quella decisione è perché vuole evitare che qualcuno approfitti della nostra forza per salire sul carro del vincitore".

Dunque Dibba sposa la definizione di "mele marce" per i cacciati da Grillo, e aggiunge: "Noi rispondiamo ai cittadini che ci hanno votato e faremo di tutto per evitare che qualcuno possa strumentalizzare il nostro movimento. Vogliamo evitare che il giorno dopo le elezioni si assista all'uscita di eletti nel nostro Movimento verso i gruppi misti in Parlamento". Si fa notare al Dibba che questi sarebbero gli effetti secondari della democrazia diretta da loro predicata, ma si lascia perdere: Grillo, con la decisione di Genova, ha dimostrato che si tratta soltanto di una farsa. Infine, nell'intervista, è curioso il passaggio su Federico Pizzarotti, il sindaco di Parma, dissidente ed ex grillino, il quale ha annunciato di voler fondare un movimento con i delusi dal "regime pentastellato". Come valuta l'annuncio di Pizzarotti? "Pizzarotti? Non lo conosco", taglia corto Di Battista, il vero democratico.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • direttoreemilio

    20 Marzo 2017 - 16:04

    C´era il cerco magico berlusca con ostesse e olgettine, con bari tipo Fede e restanti lecchini di corte, poi il cerchio toscano di sistra e destra (Il pd noné ne di sinistra né di destra é solo per i soldi gira tra casse e cassieri) ora il cerchio di Grillo. alla fine se il diavolo ci fará il favore portandosi Napolitano ritorna il PDL. cioé un misto di mafiosi, camorristi, ndranghetisti e cosa n

    Report

    Rispondi

  • scorpio53

    20 Marzo 2017 - 11:11

    quindi anche il M5S ha ikl suo cerchio magico?? Di Battista , come tutti gli altri, continuano a ripetere che loro (l'elite) rispondono solo allaa base, all'elettorato.....ma quella stessa base ha decretato, con il voto, la vittoria alle comunarie di altrio soggetto. Non va bene al capo e quindi si incorona un altro delfino del giullare? ma di quale democrazia parlano????

    Report

    Rispondi

  • vaffancapo

    20 Marzo 2017 - 10:10

    Franca Simone le galline sarebbero gli altri? E voi che obbedite ciecamente a grillo cosa siete? I grilli sono degli ortotteri insignificanti e voi vi fate guidare dal capo ortottero? Totò dixit: Ma mi faccia il piacere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media