Cerca

Vizio da Casta

Delrio, doppo incarico: la rivolta dei grillini

Neo-titolare di un dicastero, è anche sindaco di Reggio Emilia: "Non lascio, non ha senso". Grillini sul piede di guerra

Graziano Delrio

Graziano Delrio

Il presidio governativo di Matteo Renzi, Graziano Delrio, è già entrato nel mirino dei grillini. La ragione è quella del triplice incarico, diventati doppio dopo il suo decadimento dalla presidenza dell'Anci: Del Rio è infatti anche Sindaco di Reggio Emilia, incarico incompatibile - dicono i grillini citando l’articolo 13, comma 3, del decreto legge numero 138 del 2011 - con quello di ministro. 

Non lascia la poltrona - Ma Delrio ha già fatto sapere di non avere nessuna intenzione di abbandonare la poltrona, pur avendo precisato di aver già rinunciato allo stipendio e alla scorta: "Non ha senso abbandonare il comune ora. Le dimissioni sono escluse. Al massimo potremo procedere con la mia decadenza e la nomina del vice sindaco. Così da continuare a far lavorare la giunta”, ha dichiarato. Rinunciando alla carica di Sindaco, è il ragionamento dei suoi, il comune verrà commissariato, un lusso che a un anno dalle elezioni non possiamo permetterci. 

In buona compagnia - Ma i grillini non ci stanno e annunciano battaglia. Hanno già indetto un sondaggio online tra gli attivisti e i cittadini di Reggio Emilia, che avrebbe deciso con una maggiroanza bulgara del 96% (su 700 partecipanti) l'incompataibilità dei due incarichi. Ma Delrio non è l'unico bersaglio dei grillini. L'altro ministro-sindaco di cui il M5S chiede il decadimento è Federico Zanonato, sindaco di Padova e ora nominato allo Sviluppo economico in quota Pd, che sulla questione è rimasto sul vago, annunciando di voler fare di tutto perché la giunta prosegue il suo lavoro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    03 Maggio 2013 - 07:07

    non lo butta fuori squadra significa che il suo dire è TUTTA FUFFA.

    Report

    Rispondi

  • fabriziokk

    02 Maggio 2013 - 17:05

    questo Sindaco, archi di Calatrava megalomani ben visibili dall'autostrada A1 ed ora in costruzione la stazione Mediopadana per l'alta velocità sempre dell'architetto Spagnolo Calatrava il cui costo è lievitato a 100 milioni di Euro..alla faccia della crisi!..Poi si dirà che quei soldi arrivano dalla CE o da chissà dove, ma resta il fatto che forse vista la crisi si poteva rivedere qualcosa. Troppi gli interessi evidentemente per questo sindaco che NON ci pensa nemmeno a lasciare almeno una poltrona..mi sembra di rivedere il Presidente della Provincia di Parma Bernazzoli che arrivato al ballottaggio poi perso con Pizzarotti per la poltrona di Sindaco se ne guardò bene da lasciare la carica..e questi sono del PD..meglio sottolinearlo!..E d'altra parte questi sono i films già visti e rivisti più volte!

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    02 Maggio 2013 - 16:04

    Ma perchè questa gente è così cogliona? Non gli basta un lauto stipendio?

    Report

    Rispondi

blog