Cerca

Le rilevazioni

Fiducia, obiettivi, ministri:
che cosa si aspetta l'Italia
dal governo Letta / Sondaggi

Questo esecutivo piace, ma gli italiani si aspettano molto. Tutte le rilevazioni su squadra, speranze e riforme

Enrico Letta

Enrico Letta

Il governo di Enrico Letta è nato da una settimana. Questo governo, agli italiani, piace. Certo, i giudizi sono mutevoli, in grado di essere stravolti nel giro di pochi giorni, se non di poche ore. Il nuovo premier intercetta i consensi del centrosinistra, ma anche del centrodestra e del centro. Ovvia l'opposizione dei grillini, che in questo esecutivo non credono affatto. Le ragioni di questo gradimento sono da trovare nella relativa gioventù della squadra, in cui ci sono anche sette donne titolari di un dicastero e il primo ministro di colore della storia repubblicana. Secondo un sondaggio dell'Istituto Piepoli pubblicato su La Stampa il gradimento del governo è al 56% (il 34% del campione non lo gradisce e il 10% non ha opinone). Ma su La Stampa è stato pubblicato l'intero "Tableu de Bord" dell'Istituto Piepoli, ossia una serie di sondaggi con cui, settimana dopo settimana, vengono monitorati gli umori degli italiani. Nel Tableu di questa settimana ci sono anche delle domande sul folle gesto di Luigi Preiti (l'uomo che ha sparato a Palazzo Chigi), nonchè quelle consuete sulla fiducia nei leader non governativi e le intenzioni di voto. Noi vi proponiamo una sintesi delle rilevazioni relative al nuovo governo.

Elementi di novità - Secondo il 55% del campione intervistato, in questo governo ci sono elementi di novità, mentre il 33% non vede alcuna innovazione (il 12% è senza opinione). Decisiva per la risposta a questa domanda la presenza di donne e quarantenni nella squadra di governo.

Le prime settimane - Nonostante l'alto livello di fiducia, gli italiani non credono che questo governo, almeno nelle prime settimane di mandato, riuscirà a combinare granchè. Rispetto agli ultimi tre governi (Prodi, Berlusconi e Monti) quello di Letta è l'esecutivo che nella fase iniziale gode di minor fiducia (45% contro, rispettivamente, il 50%, 55% e 68% degli altri tre).

L'immagine di Letta - Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, per il 70% del campione è "determinato", per il 56% è "onesto", per il 47% è "vicino alla gente", per il 56% "genera armonia", per il 54% "ha fantasia" per il 53% "produce un futuro migliore. Per quel che riguarda il mero discorso della "fiducia" in Letta, il 40% afferma di averne "abbastanza", il 19% "poca", il 12% "per nulla", il 5% "molta" e il 24% è senza opinione.

Conoscenza dei ministri - Ma chi sono, tra quelli con portafoglio, i ministri più conosciuti di questo governo? Al primo posto, conosciuto dal 92% del campione, c'è Angelino Alfano. Poi, all'88%, Emma Bonino, quindi Cancellieri al 79%, Lupi al 45% e Saccomanni al 40 per cento. Il meno conosciuto è Brai (ministro della Cultura al 15%); al 20% Orlando del Pd (Ambiente) e Carrozza (Istruzione) al 21 per cento. Tra gli altri Zanonato è al 23%, Lorenzin al 24%, Giovannini al 26%, De Girolamo al 27% e Mauro al 36 per cento.

Fiducia nei ministri - Si chiede poi il livello di fiducia nei ministri tra quelli con portafoglio. Prima piazza per Emma Bonino al 55%, poi la Carrozza al 50%, quindi chiude il podio Saccomanni al 48 per cento. Fanalino di coda ancora Bray, al 33%, pari a Giovannini (ministro del Lavoro). La fiducia in Alfano è al 40%, per Lupi al 39% e per la Cancellieri al 45 per cento. Tra gli altri Zanonato è al 46%, Mauro al 45%, Lorenzin al 40%, Orlando al 39% e la De Girolamo al 35 per cento.

Gli obiettivi - Pochi dubbi su quello che il governo dovrebbe fare subito: i tagli ai costi della politica, primi e "votati" dal 29% del campione. Quindi abbassare le tasse (al 21%), poi il sostegno alle famiglie e alle fasce deboli (18%), interventi per la stabilità politica ed economica (14%), cambiare la legge elettorale (13%), maggiori investimenti (4%) e infine c'è un 1% senza opinione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    17 Maggio 2013 - 11:11

    Sondaggio PIEPOLI: CDX 33,5% (+5,0%), CSX 28,5%, M5S 25,0% Giovedì, 16 Maggio 2013: Scenari Politici Sondaggio Piepoli nel segno della continuità. Il CDX mantiene un vantaggio sensibile nei confronti del CSX: 5 punti. In lieve calo Centro e M5SL'articolo Sondaggio PIEPOLI: CDX 33,5% (+5,0%), CSX 28,5%, M5S 25,0%

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    03 Maggio 2013 - 16:04

    e cominciare a togliere l'IMU 1°casa e rimodulare per le altre case,abbassare le tasse e dare la possibilità alle imprese di assumere non pagando tasse per almeno 3 anni.Meno burocrazia e dare la possibilità ai giovani di aprire un'impresa senza pagare tasse per 2 anni poi se assumono anche per altri anni.Non aumentare l'IVA. Dove trovare i soldi? volere è potere eliminare gli sprechi dimezzare i parlamentari dimezzare gli stipendi comprese le diarie,eliminare privilegi vitalizi eliminare gli emolumenti di senatore a vita,deve essere solo una onorificenza,eliminare le doppie pensioni e le maxi pensioni eliminare tutte le province bastano regioni e comuni eliminare i finanziamenti tutti (partiti sindacati cineasti giornali)mettere un tetto di non oltre 200000 euro all'anno per gli alti dirigenti,vendere palazzi e appartamenti e altro di proprietà dello stato delle regioni dei comuni.Vedrete che di soldi se ne trovano abbastanza magari anche per rendere l'IMU pagata nel 2012.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    03 Maggio 2013 - 14:02

    PER GOVERNARE QUESTO disastrato paese ci vuole il coraggio degli incoscienti, ciè di quelli che s'inventaqno dalla sera alla mattina dei provvedimenti che con la situazione attuale hanno parentele assai remote.stare coi piedi per terra e fare i compitini a casa com dice la ue e l'ocse è lo stesso come dire lasciate tutto com'è non c'è logica nei discorsi dei burocrati UE sono solo discorsi fatti per vedere che fanno qualcosa , completamente avulsi dalla realtà. per questo ci vuole uno statista cob idee diametralmente opposte ai dettami ue e ocse.questo statista ci sarebbe....vero Silvio?

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Maggio 2013 - 13:01

    Dovrebbe essere lasciato in pace. Invece, prima ancora che ottenesse la fiducia, si cominciato con l'I- MUUUUUU (come il verso dei buoi). Scusa per minacciare l'uscita se condannati. Il Lupo cambia il pelo ma non il vizio!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog