Cerca

La sottosegretaria retrocessa

Biancofiore, la reazione del Pdl

Michela Biancofiore

Michela Biancofiore è amareggiata, la sottosegretaria retrocessa, fedelissima al Cavaliere anche nei momenti peggiore, si aspettava forse maggiore solidarietà da parte del Pdl. “Non ho fatto nulla di male, il bene del Paese è più importante”, confida dopo la “retrocessione”, dopo che le sono state tolte le deleghe sulle pari opportunità. Pochi esponenti del Pdl hanno preso apertamente le sue difese, tra questi Gabriella Giammanco, Renato Brunetta e Maurizio Gasparri. Ma dalle altre amazzoni, le altre donne del Pdl, hanno avuto reazioni abbastanza tiepide. Come Mariastella Gelmini che, intervistata da Repubblica, ha detto: “Preferisco parlare di Imu”, o come Anna Maria Bernini: “Basta polemiche sterili, è il momento di lavorare per il Paese”. Annagrazia Calabria, liquida il caso spiegando che "la vicenda riguarda il governo". La Biancofiore ha sentito Berlusconi il quale ha preferito non polemizzare per non compromettere la tenuta dell’esecutivo. Letta non ha incontrato nessuna resistenza né in Alfano né nel resto del Pdl nel retrocedere la Biancofiore. E forse Michela si è sentita isolata, ma come ha detto “ha le spalle larghe”.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    05 Maggio 2013 - 20:08

    l'unico ad accorgersi di anonimus1966 quale : tipico elettore del PdL. Troppo intellettualismo sinistronso. In quell'altra vita -ammesso che esisterà ancora il PD- mi candiderò con i sinistrati (anche perché le iscritte, la danno a gratis).

    Report

    Rispondi

  • anonimus1966

    05 Maggio 2013 - 20:08

    sbagliato,soleado!sono un fervente ed iscritto sostenitore della lega:sono un leghista!!!"anonimus"lo uso non per nascondermi,ma solo per creare suspense! infatti mi chiamo massimo trevia e sono di alassio.ho solo reso omaggio ad una bella donna! non farlo è offendere Dio!!!!tutto qui.ti saluto.

    Report

    Rispondi

  • pinco

    05 Maggio 2013 - 18:06

    Silvio valorizza la Micaela. Lascia perdere i finocchi del PDL, i vari Gasparri, Cicchitto e Capezzone. Avranno anche la lingua lunga ma che la adoperino per fare altre cose! Viva Silvio viva la Biancofiore!

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    05 Maggio 2013 - 18:06

    i gay un problema di sottocultura e le associazioni hanno sempre qualcosa di prepotenza e arroganza e quando diventano maggioranza diventano potere criminale. una volta si chiamavano semplicemente RICCHIONI e venivano rispettati per tali senza discriminazioni e emarginazioni, oggi sono i gay che vorrebbero emarginare gli altri. forza BIANCOFIORE...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog