Cerca

Ok al decreto

Crimi: Imu, sì all'abolizione
ma solo per i redditi bassi

I pentastellati favorevoli alla cancellazione della tassa sulla casa ma non per tutti. Il capogruppo: vi spiego perché Mastrangeli è stato espulso

Crimi: Imu, sì all'abolizione 
ma solo per i redditi bassi

 

Il Movimento 5 Stelle tendenzialmente dice sì al decreto sulla sospensione dell'Imu a giugno, "ma deve essere non un sì orizzontale, altrimenti favoriremmo chi ha casa e redditi elevati. Invece deve essere garantito a soglie di reddito basse, con un limite". Lo ha detto su Sky il capogruppo al Senato del M5S, Vito Crimii.  “Dobbiamo vedere il decreto innanzitutto. In sede di conversione vedremo'' ha detto Crimi a  Maria Latella che lo ha intervistato. Siamo favorevoli a togliere l'Imu sulla prima casa, purché sia garantito un certo equilibrio rispetto ai redditi - ha proseguito Crimi -. L'Imu non può essere tolta in maniera orizzontale, perché  toglieremmo il respiro ai Comuni che quella tassa aspettano, ma andrebbe commisurata all'effettiva capacità contributiva. La contribuzione deve essere progressiva rispetto ai propri redditi” ha concluso Crimi che ha aggiunto: “Noi partiamo dal principio che devono essere garantiti i fabbisogni primari. Fabbisogno primari sono il vitto e la casa''

 

Caso Mastrangeli Il capogruppo al Senato è intervenuto su caso di Marino Mastrangeli ha ha spiegato che “non è stato espulso dal gruppo parlamentare al Senato perché è andato in tv. E’ stato espulso perché il suo tasso di assenteismo dai lavori parlamentari era troppo elevato per i nostri standard. Lui stava in tv dalla D'Urso mentre noi eravamo in aula a lavorare - ha detto Crimi- Abbiamo cominciato ad invitarlo a tornare al lavoro. Se non riconosci l'invito, vuol dire che ti metti fuori".  Crimi, inoltre si è detto contrario alla Convenzione? “E' stato eletto un parlamento, ci sono le commissioni... Che ci stanno a fare? Il parlamento è il luogo dove gli eletti possono fare le riforme''. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Simoncel

    05 Maggio 2013 - 19:07

    Scusami ci sei con la testa? Hai scritto una serie di stupidaggini: tassare i consumi e abolire l'IMU per tutti. Bravo Fossog, in questo modo, Briatore, Berlusconi, Moratti, Garrone, De Benedetti e tanti tantissimi ricconi se la caverebbero. Fossog, cerca di ragionare con la testa, eviteresti ferneticazioni.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    05 Maggio 2013 - 19:07

    Ecco la novità. Dopo tante chiacchiere, tanti comizi, tante promesse, tante dichiarazioni, dopo tante grida di golpe e di ritorno alla restaurazione, abbiamo scoperto che il M5S non è nulla di più ne nulla di meno che la riedizione di un partito italico, orientato vagamente a sx e che preferisce rimanere all'opposizione che governare. Che altri si sporchino le mani. Ora, le tasse servono per pagare i servizi e per la redistribuzione della ricchezza. Non può esistere una tassa che non abbia tali finalità. Si dice che l'IMU serva ai comuni, ma i comuni hanno pianto finora accusando il governo di scippargli i soldi. Inoltre uno che ha casa paga già l'ipef, la tares, l'add. irpef comunale e l'IMU. Cos'altro si deve pagare? E i servizi dove sono? Strade schifose, monnezza dappertutto scarsi servizi comunali, trasporti da IV mondo. Allora, prima di parlare ocorre pensare. Qui c'è bisogno di una profonda riforma fiscale e, soprattutto, occore capire che le tasse non sono l'unica via.

    Report

    Rispondi

  • Simoncel

    05 Maggio 2013 - 19:07

    Scusami ci sei con la testa? Hai scritto una serie di stupidaggini: tassare i consumi e abolire l'IMU per tutti. Bravo Fossog, in questo modo, Briatore, Berlusconi, Moratti, Garrone, De Benedetti e tanti tantissimi ricconi se la caverebbero. Fossog, cerca di ragionare con la testa, eviteresti ferneticazioni.

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    05 Maggio 2013 - 19:07

    Mastrangeli è stato cacciato perchè si è venduto le chiappe a qualcuno, si è scilipotizzato. Non posso credere che sulla faccia della terra ci sia un senatore della repubblica fornito di tale demenza, pronto ad essere preso per i fondelli per nulla in cambio, non ci credo, è impossibile. Indipendentemente dall'appartenenza politica, quell'individuo dovrebbe essere cacciato dall'intero parlamento e non solo dal gruppo M5S, è uno schiaffo all'intelligenza di tantissimi italiani... 18,19 mila euro al mese a un tipo del genere è un offesa all'umanità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog