Cerca

"Ora sembriamo circondati"

Ora Grillo passa alle minacce:
"Presto rivolte incontrollate"

Il comico sul blog: "Il Potere Costituito muove tutte le leve per farci fuori. C'è qualcosa di torbido, è forse un annuncio di fatti gravi"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

Dall'"arrendetevi, siete circondati" al "siamo circondati". Chi di "vaffanculo" ferisce, di "vaffanculo" (in senso lato) perisce. Il grido di dolore è quello di Beppe Grillo, grande capo pentastellato che ha portato il suo movimento, prima, a strappare una fetta di consenso inimmaginabile e, due mesi dopo, a restare con un pugno di mosche. Fuori dal governo, senza voce in capitolo (se non quella di manifestanti improvvisati fuori dal Parlamento) sulla questione quirinalizia, senza commissioni, senza mezza poltrona. Ha tirato troppo la corda, Beppe, e s'è già rotta, mentre la sua pattuglia di "eletti", di giorno in giorno, si dimostra sempre più ingenua e impreparata. Così sul blog il capetto a Cinque Stelle scrive che "il MoVimento è in apparenza circondato". Eccoci: ora sono loro "circondati". Lo dice il capo. Certo, solo "in apparenza" secondo Grillo, che non può permettersi di sventolare bandiera bianca. "Chi l'ha fondato - prosegue il leader -, i parlamentari, i simpatizzanti che lo dichiarano apertamente, gli attivisti", tutti circondati, insomma.

Complotti e golpe - "Chiunque spenda una sua parola in pubblico è attaccato come eretico, deviato, violento, terrorista, volenteroso artefice di bagni di sangue, pazzoide visionario, incompetente". Beppe alza i toni, fa la vittima, parla del veleno sputato sui grillini. "La sensazione di essere circondati, calpesti e derisi dal Potere Costituito che sta muovendo ogni leva a sua disposizione per distruggere il M5S in effetti la si sente nell'aria". Grillo "circondato" ricorre al suo escamotage preferito: il "complotto". Sente puzza di complotto, "mister vaffanculo", e insinua il sospetto che il fantomatico "Potere Costituito" muova "ogni leva" per sabotare la presunta rivoluzione dei Cinque Stelle. Il complotto, però, non basta. Ai grillini non lasciano il Copasir, non lasciano nemmeno la Rai. L'aria insomma - secondo lui - è viziata. "C'è un che di pesante, di torbido, annuncio forse di fatti gravi". A cosa si riferisce, Beppe, quando parla di "fatti gravi"? Forse a una rivoluzione armata? Forse a quel colpo di Stato di cui parla una settimana sì e l'altra pure? Teme per l'incolumità sua e dei suoi parlamentari? O più semplicemente dopo mesi di insulti non sa più che dire e, semplicemente, ogni giorno la spara più grossa?  

Le minacce - Per chiarire i dubbi, Grillo aggiunge che "mentre l'opera di accerchiamento continua, un altro accerchiamento però avviene intorno al Potere Costituito. Sono i cittadini italiani la cui rabbia conosce bene chiunque frequenti un bar o una pubblica via. Gli elettori del M5s sono tra loro, sono otto milioni e mezzo, primo partito, il cui voto non è stato preso neppure in considerazione. Un voto considerato abusivo dalla triade Napolitano, pdmenoelle, pdl, trasposizione laica del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Questa rabbia che ogni giorno urla più forte - prosegue il capo pentastellato - non arriva all'orecchio degli inambovibili o forse non la temono. Questione di tempo - minaccia Grillo -. Si accorgeranno in autunno di essere all'interno di un cerchio. Senza possibilità di fuga verso l'interno né verso l'esterno. Il confronto da politico-economico diventerà sociale, incontrollabile. E' il gioco del Go, bellezza!". Così Grillo conclude la sua minaccia: vaneggia su rivoluzioni e rischi sociali che si concretizzeranno in autunno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • degrel0

    10 Maggio 2013 - 12:12

    continua con le belinate e farai la fine di DiPietro e Ingroia!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    09 Maggio 2013 - 17:05

    spero ci sia una rivolta per mandarti a casa!

    Report

    Rispondi

  • noncirestachepiangere

    08 Maggio 2013 - 15:03

    "Incipit tratto da wikipidia dei "fattori" che portarono alla roivoluzione francese" ... Oddio ... un tempo anche per esprimere il semplice concetto che l'umanità dovrebbe apprendere la lezione del passato si sarebbe citato un autore od uno storico. Ma noi "obsoleti" ci siamo formati su quegli strani oggetti chiamati libri. Quando poni attenzione alle fonti della web-KULtura degli under 30 ... capisci perchè, ad esempio, si bevono tutto quel dicono il Pa(ra)guru & Co.

    Report

    Rispondi

  • noncirestachepiangere

    08 Maggio 2013 - 13:01

    Nel 1938, mentre l'Europa attraversava un cupo momento che ben faceva presagire la vera guerra che sarebbe arrivata, Orson Wells, per far cassetta e per il gusto di épater le bourgois, trovava il tempo di scatenare il panico negli USA con la radiocronaca di un invasione aliena .... Dopo Gaia , ora l'oscuro pericolo settembino, ovviamente post-vacanze (perchè lui la barchetta per farsele, ce l'ha!).... Quand'è che smettiamo di dare spazio mediatico e di pagare con le nostre tasse lo stipendio a una massa di bambinoni mai cresciuti che, chi per intresse personale, chi per mancanza di materia cerebrale, sono sempre un'eterna parodia di un videogioco?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog