Cerca

Coerenza a targhe alterne

M5S, guerra contro Vendola:
"Un egoista radical-chic"
Ma non erano "alleati"?

La rabbia dei grillini dopo l'accusa di ingordigia sulle poltrone. Ma un tempo Nichi voleva un governo con Beppe e Rodotà al Colle...

Nichi Vendola

Nichi Vendola

 

L'opposizione non è alternativa di governo. Ora è solo una baruffa per le poltrone. E' quanto accade tra il Movimento Cinque Stelle e Sel. Un tempo erano amici ora si tirano i piatti in testa. Nichi Vendola disse poco dopo il voto del 24 e 25 febbraio: "Col Movimento Cinque Stelle bisogna dialogare. Si può pensare anche ad un'alleanza". Sono passati solo due mesi e i due partiti si beccano su quello che conta di più: le poltrone. Al centro di tutto ci sono gli scranni delle commissioni. Così dopo le accuse di ieri di Gennaro Migliore, il vendoliano che ha puntato il dito contro i grillini, accusandoli di ingordigia da poltrone, ne hanno collezionate ben 28 tra presidenze, vice presidenze e segretari, ora arriva la risposta dei grillo boys. Ed è al veleno. 

Vogliamo tutto - "A chi ci accusa di poltronismo, rispondiamo con la rivendicazione della presidenza del Copasir e Vigilanza Rai. Non lo chiediamo noi ma i quasi 9 milioni di italiani che ci hanno votato", questo il comunicato ufficiale dei Cinque Stelle. Ma  a fare il lavoro sporco ci pensa Roberto Fico, uno dei leader del Movimento alla Camera. 

Vendola? Un radical chic egoista - "Sel per rimanare in vita parla del M5S, lo insegue, lo corteggia, lo contesta. Purtroppo sono parole al vento prive di fatti e contenuti. Sel prenderà i rimborsi elettorali, eppure prima ci votavano pure Rodotà per il Colle. Sel è entrato in parlamento con un 3 per cento grazie alla colaizione che ora rinnega passando all'opposizione". Poi arriva la bastonata per Nichi Vendola: "Niki Vendola prima si candida al parlamento poi si accorge di essere governatore della Puglia. Una mossa non proprio seria e rispettosa dei cittadini. Ma si sa lui è un politico e i politici sono fatti così. Tra radical chic e egoismo partitico". Insomma ormai è guerra aperta. Eppure un tempo Nichi votava Rodotà, poi Prodi e poi ancora Rodotà. Storia vecchia. E inutile. (I.S)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Coste fredde

    08 Maggio 2013 - 19:07

    Vendola è alleato di Bersani. Si veda la coalizione elettorale di pochi mesi fa. Non hanno vinto le elezioni. Come si fa a dire che il M5S è alleato di SEL? Mah!

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    08 Maggio 2013 - 18:06

    Ma che vuole di più Vendola? Col suo miserabile 3% si è preso la 3ª carica dello Stato e cioè la Presidenza della Camera. Credo che basti ed avanzi. Si rassegni. E' come con le figurine dei calciatori. Lui ha avuto la Boldrini.

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    08 Maggio 2013 - 18:06

    all'asino!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    08 Maggio 2013 - 18:06

    E' la solita storia delle sinistre, neanche tra di loro sono mai andati d'accordo, una sola cosa li unisce, l'odio antiberlusconiano. Che miserie e che tristezza mi fanno questi esseri meschini ed opportunisti!.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog