Cerca

La rissa

Consip, Orfini attacca Napolitano sulle intercettazioni: "Non eri così solerte su Unipol"

4
Consip, Orfini attacca Napolitano sulle intercettazioni: "Non eri così solerte su Unipol"

L'esplosione del caso Consip ha riportato i nervi a fior di pelle tra le file renziane. Il più nervoso di tutti è apparso proprio Matteo Orfini che, dopo la pubblicazione dell'intercettazione tra Matteo Renzi e suo padre, aveva gridato all'"attacco alla democrazia". Orfini e buona parte del Pd aveva evocato leggi più restrittive sulla pubblicazione degli atti processuali, in particolare delle intercettazioni.

A stretto giro era arrivata la bastonata di Giorgio Napolitano che ha tacciato di "ipocrisia" l'esternazione dell'ex presidente dem. Una bacchettata non proprio gradita da Orfini che dopo secoli ha rotto un tabù, quello di attaccare il presidente emerito frontalmente: "La pubblicazione a strascico di intercettazioni irrilevanti e/o illegali - ha ricordato Orfini - parte da Unipol. E non ricordo l'altolà di Napolitano, allora".

Orfini si muove sul pericoloso filo della lesa maestà, Re Giorgio però ha le spalle larghe e allo schiaffetto, risponde con un cazzottone: "All'onorevole Orfini, incerto nella memoria, ma pronto ad alimentare insinuazioni malevole, ho inviato riferimento documentali relativi a quel che dichiarai circa le 'pubblicazioni di intercettazioni irrilevanti sul caso Unipol'. Mi auguro abbia modo di esprimermi le sue scuse". Scuse che non arriveranno perché Orfini non si fa mettere all'angolo: "Mi dispiace, i documenti che mi ha inviato sono relativi a un periodo successivo a quello a cui facevo riferimento io. Non ho alcuna difficoltà nel riconoscere un'evoluzione positiva nel pensiero del Presidente, ma nel periodo a cui mi riferivo le cose andarono diversamente".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lippolino

    19 Maggio 2017 - 21:09

    Adesso i sinistrorsi si bastonano da soli Bene ! Così vanno allo sfascio elettorale Pur di mandarli via , vanno vene anche i 5 stellev

    Report

    Rispondi

    • salvatore.naldi

      20 Maggio 2017 - 09:09

      a questo punto e con questi personaggi sarebbe proprio auspicabile cosi.' come dici tu Lippolino.

      Report

      Rispondi

  • dotbenito

    19 Maggio 2017 - 19:07

    speriamo che incomincino a legnarsi a vicenda questi due ipocriti . le intercettazioni erano legali solo se riguardavano berlusconi per i rossi invece sono illegali BASTARDI

    Report

    Rispondi

  • bozzicolonna

    19 Maggio 2017 - 19:07

    mm si assomigliano anche fisicamente, pare no? la stessa segatura mista di supremazia e di sperma in testa (fuori e dentro) , stesso sguardo e soprattutto stessa madre;

    Report

    Rispondi

media