Cerca

Riparte la guerra

E' già assalto ad Epifani: Renzi, D'Alema e Veltroni vogliono Chiamparino

Il rottamatore l'aveva già proposto per il Quirinale, mentre con l'ex-Sindaco di Roma il sodalizio è datato. E il Lider Maximo, pur di fare uno smacco a Pier...

Sergio Chiamparino

Sergio Chiamparino

 

di Sebastiano Solano

Con l'elezione di Guglielmo Epifani alla segretaria in casa Pd la guerra per bande non si è affatto placata. Le carte si sono rimescolate, le alleanza sono cambiate, ma le divisioni restano. La vera partita si gioca al Congresso di ottobre: Epifani, nonostante il voto a maggioranza bulgara, rappresenta solo un parte del Pd, ovvero l'area che fa capo a Pierluigi Bersani e quella degli ex-popolari di Dario Franceschini ed Enrico Letta, al cui govero Epifani ha giurato fedeltà. Per il neo-segretario la ricompensa arriverà appunto ad ottobre: la sua ricandidatura avrà il sostegno ufficiale della triade Bersani-Franceschini-Letta. Appoggio alla candidatura in cambio del sostegno al governo. Come ben sa Romano Prodi, avere un partito forte e coeso alle spalle è vitale per un governo. 

Renzi vuole Chiamaprino - Lo sa anche Matteo Renzi, che fino ad oggi ha escluso in maniera categorica una sua candidatura alla segreteria del Pd. Al contempo, però, la corsa alla segreteria non lascia del tutto indifferente il sindaco di Firenze: Renzi ha innanzitutto bisogno di un segretario che modifichi la regola dello statuto che fa coincidere la carica di segretario copn quella di canddiato alla premiership. E poi, in prospettiva, anche lui teme un partito ostile qualora dovesse diventare presidente del Consiglio. Il suo nome ideale è noto: Sergio Chiamparino, che il Sindaco rottamatore aveva già proposto per la presidenza della Repubblica. Sull'ex-Sindaco di Torino convergerebbe poi il sostegno di Walter Veltroni

La 'strana' alleanza - In questa complicatissima partita s'inserisce poi Massimo D'Alema che alla segreteria vorrebbe invece Gianni Cuperlo, gradito anche ai 'giovani turchi'. Per farlo eleggere D'Alema sarebbe disposto a tutto: secondo rumors di palazzo, nell'incontro di Firenze tra il Lider Maximo e il rottamatore di qualche settimana fa, i due avrebbero stretto un patto di ferro, finalizzato ad eleggere Cuperlo alla segreteria e tirare la volata a Renzi al Palazzo Chigi. Ma D'Alema, pur di fare uno sgarbo a Bersani, se non dovesse riusscire nell'impresa non esiterebbe ad appoggiare Chiamparino alla segreteria, mettendo a segno una doppia pacificazione niente male: quella con l'avversario di una vita, Veltroni, e quella con chi l'ha rottamato, Renzi. Insomma, le varie fazioni del Pd per il momento si stanno studiando, è ancora il tempo della tattica. La resa dei conti, quella finale, arriverà ad ottobre. Come dire, la quiete prima della tempesta.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    15 Maggio 2013 - 18:06

    Lo ammise in una intervista: basta la parola:Falqui per il Popolo trattoto come Jeanne in L'ultimo tango a Parigi compreso la Carta. E io pago!

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    15 Maggio 2013 - 11:11

    Il PD un partito logorato dal potere che non riesce ad avere.

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    15 Maggio 2013 - 09:09

    1)Una Giustizia senza amore Cristiano e senza Diritti e buona parte della Magistratura dormiente. “ Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie?" Certamente sì, secondo me per colpa di una parte della Chiesa che ha smessa la voglia di pregare ma ha scelto di fare Politica come Bagnasco e Bertoni e il Pd di essere Democratico, ma non ha il coraggio di esserlo per stare attaccato alla toga e definirsi di avere le “ Mani Pulite ”anche se fanno Pena-ti! Molti si chiedono perchè mai, il Pci non è stato stroncato in “Tangentopoli, Affittopoli e altre inchieste? Semplice! Avrebbe rotto la protezione Politica e legittimazione a quelle inchieste che quei Pm$Giudici come se, il fine giustificava il mezzo o così ingenui a non capire dei tanti lavoratori che, non strappano la tessera Sindacale per non avere ritorsioni nella carriera?

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    15 Maggio 2013 - 09:09

    Forse, non è chiaro che quasi tutti i Dirigenti dell'Anm, Giornalisti Rai-Tv e Media hanno avuto uno scranno nel Partito? Sbaglio la melina è il Conflitto di Berlusconi e l'autonomia, mentre sono Culo$Camicia che in questo periodo unici ad avere vantaggi è proprio questa casta, anche nelle piccole cose, vedi Amato che salta la fila o usufruire vantaggi in mensa e shopping? Grillo sarà pure un ipocrita, ma dice il vero che la gente è incazzata altrimenti non l'avrebbe votato, visto l'arroganza sempre di una parte Politica che dalla magistratura cacciando alcuni come Ingroia, Di Pietro, Fini eUna Giustizia senza amore e rispetto dei Diritti con buona parte della Magistratura dormiente. Cesa. Spiegatemi, perchè mai, il Il Presidente del Consiglio e Capo di Stato non viene eletto dal Popolo? Ebbene, ecco il primo punto che questo Governo: deve esserlo, se non vuole che asi avv

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog