Cerca

Di Mario Giordano

La rivoluzione stanca: Ingroia va subito in ferie

Pur di non prendere servizio ad Aosta si mette subito in vacanza: vuole evitare l'obbligo di lavorare

Mario Giordano

Mario Giordano

di Mario Giordano

Da giovane disse: o faccio il pm o niente. Antonio Ingroia sta riuscendo a fare benissimo entrambe le cose. Nel dribblare il lavoro, del resto, bisogna riconoscergli un talento speciale, quasi da Lionel Messi dei fanigottoni, come ha dimostrato anche ieri, appena arrivato  nel suo nuovo  ufficio  alla Procura di Aosta: anziché prendere servizio, infatti, ha preso subito le ferie. Prendere per prendere, come biasimarlo? Il riposo è sacro, si capisce: ma se lui avesse ottenuto nella lotta alla criminalità gli stessi risultati che ha ottenuto nella lotta alla fatica, beh, non esisterebbe più nemmeno un borseggiatore in libera circolazione. (...)

Come scrive Mario Giordano su Libero di giovedì 16 maggio, la rivoluzione stanca: Antonio Ingroia va già in ferie. Il procuratore infatti si è presentato in ufficio ad Aosta e, pur di non prendere servizio, si è subito messo in vacanza: "Torno il 20 giugno". La spiegazione ufficiale è che sta aspettando la decisione del Tar sul suo ricorso, previosta per il 23 maggio (per sicurezza, comunque, rientrerà un mese dopo). Di fatto siamo di fronte all'ultimo formidabile dribbling del partigiano della Costituzione. Il suo obiettivo? Evitare l'articolo 1 e l'obbligo di lavorare.

Leggi il commento di Mario Giordano su Libero di giovedì 16 maggio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    17 Maggio 2013 - 11:11

    che i magistrati abbiano nomea di scansafatiche , lazzaroni mangiapane a tradimento e non solo , deboli con i forti e ammazza persone oneste , questa è realtà . comedice carla 11 nel privato sarebbe già a pascolare le pecore . in america i magistrati lavorano 24 ore al giorno , il giudizio viene dato immediatamente , le sospensioni delle patenti le fanno subito , il poliziotto sa che se ferma un ubriaco e drogato , e lo arresta , ha un magistrato che lavora , lo sbatte in galera per almeno 8 giorni , toglie la patente e sequestra l'auto . non solo , ma vengono eletti in elezioni come quando votano il sindaco . in italia ? la polizia municipale fa arresti , porta l'arrestato in gattabuia , avverte il magistrato , il quale con comodo si presenta dove c'è il delinquente , alle 10 del mattino del primo giorno lavorativo , una pacca sulla spalla del delinquente e vai libero . e la polizia municipale , si fa turni per guardare il delinquente , anche di tre giorni ,

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    16 Maggio 2013 - 13:01

    alla fame, questo lo paghiamo e va in ferie...

    Report

    Rispondi

  • allianz

    16 Maggio 2013 - 13:01

    Caro giordano,di quale rivoluzione va parlando?Quella fatta con i quattro pidoCchiosi dei centri sociali?Oppure quella delle parole al vento?Forse non lo vuole dire,ma fino a che in Italia circolano ancora soldi,o comunque ne circolano ancora troppi...la rivoluzione può attendere. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • eovero

    16 Maggio 2013 - 13:01

    ditemi in che paese del mondo Ingroia potrebbe comportarsi come il "paesello" Italia?va in ferie prima ancora di cominciare il lavoro?! non è una novità,quanti meridionali quando vanno in ferie dal nord al sud e si "ammalano" per altri sei mesi di ferie?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog