Cerca

Grillini che scalpitano

Crimi e Lombardi mollano Grillo:
"Il blog nemmeno lo leggiamo più

I capigruppo non "adorano" più il caro leader. Ne prendono le distanze e si definiscono "autonomi e indipendenti". Eppure un tempo il blog era la Bibbia. Ora è solo un affare di Beppe

Vito Crimi e Roberta Lombardi

Crimi e Lombardi

Il tempo passa. I Cinque Stelle cambiano. Vito Crimi e Roberta Lombardi i due capigruppo del M5S ora si fanno intervistare da tutti. Anche dai settimanali popolari come Oggi. Così nel numero che uscirà domani in edicola c'è una doppia intervista ai due piccoli leader grillini. L'elemento nuovo però è una presa di distanze dal leader Beppe. I sondaggi sono in calo e  le piazze si svotano. Metteteci pure la bufera su diaria e rimborsi che i grillini vogliono tenere in tasca e il flop a Cinque Stelle è pronto. Così in linea con altri parlamentari, Crimi è Lombardi cominciano a far scricchiolare la loro devozione verso il capo supremo.

Non leggiamo il blog - La prima frecciatina arriva parlando del blog di Beppe. La Bibbia a Cinque Stelle. Il vedenecum del Movimento. Il M5S è il blog e il blog è il M5S. Crimi e Lombardi però ora si dissociano: "Quando ci emanciperemo da Grillo e Casaleggio? Già fatto. I post quotidiani di Grillo a volte ci dimentichiamo perfino di leggerli". Una dimenticanza quella della Lombardi, che di sicuro non farà piacere a Beppe. Il vento è cambiato. Prima le bacheche facebook e i profili twitter di Crimi e Lombardi erano un copia e incolla continuo de post di Beppe. Ora invece "distrattamente" se ne dimenticano.

Grillo è ingenuo - Crimi, invece, è più riflessivo. Lui la frecciatina a Grillo non la manda sul terreno della politica, ma su quello personale. "Una cosa che non mi va di Grillo: dà confidenza a tutti, non ha filtri nell'accoglienza. Lo conosco da sei anni, si fida di cani e porci. È troppo buono", afferma Crimi. In pratica per il capogruppo al Senato, Grillo è un ingenuo. eh a giudicare dalle centinaia di smentite subite da Crimi da quando è a palazzo Madama, anche lui di ingenuità ne sa qualcosa. Poi i due grillini parlano della loro vita privata. Dice la Lombardi: "affronto i problemi, senza svicolare o rimandare. Però, nella velocità, a volte dimentico di 'condividere', di comunicare con gli altri". E aggiunge: "Mio figlio lo vedo solo la mattina presto, perché quando torno a casa la sera già dorme. Ma mi consolo pensando che è per pochi mesi, o anni. E che sto facendo qualcosa per lui anche fuori casa". Crimi invece ha qualcosa da imparare: "ho poca conoscenza dei complessi regolamenti parlamentari, che sto imparando a conoscere a poco a poco". Crimi non conosce i regolamenti però sa far di conto e conclude con il tasto doelnte di "scontrini e spese": "Pago 60-80 euro a notte per dormire, pagati i collaboratori con i 4.180 euro lordi al mese, e detratte le spese con parte della diaria, restituiamo tutto tranne 5.000 Euro lordi". (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    31 Maggio 2013 - 05:05

    Penso che non vada lunga.Si continua a non fare niente.Non ci sono soldi ,ce m ne saranno sempre di meno il pil calerà sempre di più,il debito aumenterà ancora.Penso che con questa democrazia e questi protagonisti di CD politici ,l'Italia non ne esce. Meditate gente ,meditate.

    Report

    Rispondi

  • marila52

    26 Maggio 2013 - 22:10

    sbalzi di stipendi così,dal basso all'alto fanno molto male a chi non è abituato,sindrome del povero arricchito,per questo motivo,si dovrebbe essere già un po benestanti per entrare in politica.,comunque se uno vale uno GRILLO doveva partecipare personalmente alla politica anche se capisco perchè nn l'ha fatto.

    Report

    Rispondi

  • anthom

    22 Maggio 2013 - 08:08

    BRAVIIIIIII finalmente vi rilevate quello che davvero siete....degli approffitatori del popolo come gli altri....anzi no....SIETE PEGGIO vi auguro solo che una grave malattia vi colpisca......

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    22 Maggio 2013 - 05:05

    sono finiti chiunque entra in parlamento assapora il gusto del miele il dio denaro e le sue comodità legittimo dato che il DENARO è ENERGIA per TUTTI ma se te lo guadagni con idee progetti. Ma se poi analizzi sputi le sentenze su quello questo e nel momento in cui ci sei anche tu nella giostra del potere che ti da visibilità e agiatezza e rinneghi il motivo per cui sei stato mandato lì come dice grillo ti devi dimettere. Ma non lo fai e allora dico a coloro che hanno votato questi dei centri sociali la prosima volta votate BERLUSCONI almeno torniamo ad avere un lavoro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog