Cerca

Vertice magigoranza

Porcellum, trovato un accordo:
la legge elettorale cambiata entro l'estate

Accordo sulle modifiche "minimali" per eliminare gli aspetti più "macroscopicamente incostituzionali"

Porcellum, trovato un accordo:
la legge elettorale cambiata entro l'estate

Un altro rinvio. Nel vertice di maggioranza che si è svolto questa mattina a Palazzo Chigi si fatto sottolineato la necessità di modificare la legge elettorale "entro l'estate". Si dovrebbe quindi arrivare alla correzione del Porcellum: oltre alla questione del premio di maggioranza,   c'è anche un’altra modifica essenziale al Porcellum. Quella della  liste bloccate. Non bisogna sottovalutare le   decisioni della Corte costituzionale, è doveroso mettere in sicurezza  la legge elettorale. Dopo la riforma della forma dello Stato si può   fare la legge elettorale”. Lo ha detto Renato Schifani al termine del  vertice di maggioranza sulle riforme a palazzo Chigi. "C'è un accordo nella maggioranza   per fare una riforma minimalista che ricostituzionalizzi il Porcellum   e possa essere utilizzata se si va alle elezioni in tempi brevi,   mentre la riforma elettorale più organica avverrà dentro le riforme   istituzionali". Lo ha spiegato il capogruppo del Pdl alla Camera,   Renato Brunetta, al termine del vertice di maggioranza a palazzo   Chigi.

Nel vertice di domani si inizierà anche a discutere   "l'architettura, il percorso delle riforme costituzionali", ha detto poco prima ddel  il ministro Franceschini. E sul punto delle riforme è intervenuto   anche il premier Letta-  "La farraginosità del nostro   modello istituzionale è il motivo per cui il 29 maggio saremo qui a   discutere dell’inizio di un percorso di riforma della nostra partte   della Costituzione che non funziona che sia rapido ed efficace e che   coinvolga tutti i gruppi". Quagliariello ha espostp il suo   programma alle commissioni congiunte Affari costituzionali di Camera e  Senato   Intanto, Maurizio Gasparri si è già portato avanti. Il   vicepresidente Pdl del Senato ha presentato un proposta per il   presidenzialismo. "La nostra democrazia è pronta per un cambiamento   che superi i limiti della consuetudine e diventi legge costituzionale.  L'importante è non avere un approccio minimalista. Il   presidenzialismo è ormai un’esigenza trasversalmente avvertita in   tutti i settori della politica".

 

E sul tema è intervenuto anche Guglielmo Epifani: "Sulla legge elettorale un conto è il problema   della salvaguardia dopo la sentenza, un conto è una nuova legge e,   come è noto, nel Pd ci sono opinioni precise". Usa il   termine precise forse, per non usare quello di diverse. Al momento  infatti la proposta ufficiale del Pd, quella contenuta nei documenti   dell’assemblea dem, è il doppio turno. Ma è tornato anche in auge il  Mattarellum e Finocchiaro ha depositato un ddl ad hoc per un ritorno   al vecchio sistema con alcune correzioni.   Appunto non c'è una proposta unica di tutto il Pd e in questa  vacatio si inserisce Beppe Fioroni che, in una lettera a Epifani, sollecita un referendum tra gli iscritti e militanti su riforme   costituzionali e legge elettorale "Queste scelte così vitali -scrive Fioroni a Epifan i- non   possono essere affidate alla saggezza solita e consolidata di pochi,   nè alla splendida solitudine di contrapposte interviste individuali.   Il Partito democratico ha bisogno di scelte condivise e partecipate,   per questo autorevoli e vincolanti. Ti chiedo pertanto di proporre,   alla prossima direzione, un referendum consultivo, come previsto dal   nostro statuto, in tutti i nostri circoli, a tutti i nostri iscritti e  ai partecipanti alle primarie".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinux3

    22 Maggio 2013 - 16:04

    Il porcellum va ABROGATO, altrochè piccole modifiche. Mica le parole di Brunetta sono il vangelo...In Parlamento ci sono due proposte di legge, una della Finocchiaro e l'altra dei 5S, che prevedono la sostituzione del porcellum col mattarellum. Che i Parlamento la voti e se Silvio non è d'accordo cissenefrega...

    Report

    Rispondi

  • ravic

    22 Maggio 2013 - 14:02

    Dimenticavo, con la nuova legge elettorale; Libero dovrà chiudere. Infatti a cosa potrebbe servire un giornale che si scaglierà contro il futuro centrosinistra, visto che sarà culo e camicia con il centrodestra?

    Report

    Rispondi

  • ravic

    22 Maggio 2013 - 14:02

    Per sempre insieme. PD-PDL sono destinati a rimanere insieme. Mai più separati. Per ottenere il premio di maggioranza che scatterebbe con il 40% dei voti, si dovranno sposare insieme. In Italia arriva il partito unico. Che ridere.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    22 Maggio 2013 - 12:12

    da questi non possono uscire altro che boiate, visto che sono incivili e ladri da decenni..... e poi, CHI ha scritto la boiata elettorale attuale, e CHI pur potendo non l'ha cambiata durante la piaga MONTI ? Insomma sono ladri e disonesti, oltre che incapaci cosa che sarebbe poi il male minore, cosa ci si può aspettare? cancelliamo sia Pd che Pdl, sono lo stesso marciume.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog