Cerca

La bacchettata di Morfeo

M5s, Crimi: "Il referendum sull'euro non si può fare"

L'ignorante Beppe sbugiardato dal portavoce che ha smentito decine di volte: "La consultazione sulla moneta unica è folle. L'ordinamento non la prevede"

Vito Crimi

Vito Crimi

Nevica a maggio sulle Dolomiti. Perchè? Vito Crimi per la prima volta ha smentito Beppe Grillo. Il capogruppo al Senato del Movimento Cinque Stelle non condivide la linea del grande capo che ieri ha annunciato l'imminente referendum per far uscire l'Italia dall'euro. Ebbene Crimi non ci sta e sputtana Grillo dandogli pure una lezioncina di diritto comunitario: "Italia fuori dall'euro? E' qualcosa sulla quale dobbiamo lavorare. Perché non è così scontato. E non è neanche così scontato che si debba ragionare su euro sì euro no, ma ci sono varie possibilità, come la possibilità di euro a due velocità. Un referendum purtroppo per il nostro ordinamento non è possibile - ha aggiunto Crimi -. Magari fosse introdotta anche la possibilità di fare referendum propositivi o consultivi e non solo abrogativi", afferma Crimi ospite di "24 Mattino" su Radio 24.

Crimi molla Beppe - Beppe ieri invece aveva detto che presto il Paese avrebbe potuto eprimersi su un "sì" o un "no" all'euro: "L'Europa va ripensata. Noi consideriamo di fare un anno di informazione e poi di indire un referendum per dire sì o no all'Euro e sì o no all'Europa. Sull'euro e sull'Europa gli inglesi ci insegnano la democrazia. Nessun partito può arrogarsi il diritto di decidere per 60 milioni di persone", aveva affermato Beppe. Insomma a quanto pare la luna di miele tra Crimi e Grillo è già finita. Lo stesso capogruppo qualche giorno fa aveva scaricato il leader affermando di non "guardare nemmeno più i post sul blog".

Addio al "padre" - Poi in settimana un comizio congiunto a Brescia, terra di Crimi, per le amministrative. I due hanno duettato sul palco scherzando, ma la rottura ormai è dietro l'angolo. Crimi si è forse stufato delle perenni smentite di Beppe e allora prova a smarcarsi. "Io e Roberta Lombardi siamo indipendenti da Beppe", ha detto Crimi pochi giorni fa. Eppure a In mezz'ora dalla Annunziata, Crimi due settimane fa cantava ancora un peana in onore di Beppe: "Lui per noi è come un papà che aiuta i bambini a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato". Il "bambino" Crimi ha capito che dire addio all'euro è una cosa sbagliata. Con buna pace di "papà" Beppe. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miacis

    30 Maggio 2013 - 22:10

    Assolutamente non si può fare; quelli della BCE s'incazzerebbero specialmente se dovesse portare alla fine dell'europa prima che abbiano avuto tempo di prendersi in svendita i beni dello stato!

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    24 Maggio 2013 - 18:06

    che massa di cervelli da discarica...... gia' stavamo messi male in Italia, ci mancava questo branco di buffoni..... che tristezza....

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    24 Maggio 2013 - 18:06

    che massa di cervelli da discarica...... gia' stavamo messi male in Italia, ci mancava questo branco di buffoni..... che tristezza....

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    24 Maggio 2013 - 18:06

    che massa di cervelli da discarica...... gia' stavamo messi male in Italia, ci mancava questo branco di buffoni..... che tristezza....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog