Cerca

Gli insaziabili

Casta, ecco l'ennesimo privilegio: ai deputati paghiamo anche la polizza sulla vita

Lo rivela L'Espresso. Lo scherzetto ci costa circa 1 milione di euro all'anno. La questione è stata sollevata dal M5s, che ha già scritto una lettera alla Boldrini

La Camera dei deputati

Dalla culla alla tomba. E' la parabola dei privilegi della casta che accompagna ciascun deputato nel corso della loro carriera politica. Come rivela l'Espresso, uno di questi privililegi di cui i componenti della Camera godono è infatti quello della polizza assicurativa sulla vita, stipulata dalla Camera dei deputati attraverso una convenzione con Ina Assitalia e Fondiaria Sai. Costo totale annuo: circa un milione di euro. In caso di morte di un deputato in carica, i familiari hanno diritto ad un risarcimento che va dai 258mila euro per i deputati che hanno più di 66 anni e di 516mila euro per gli under 40. A voler vederci chiaro è stato per primo il vice presidente grillino della camera, Luigi Di Maio, che ha scritto una lettera a alla presidente Laura Boldrini chiedendo che la questione venga messa all'ordine del giorno già durante il prossimo ufficio di presidenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni_b

    01 Giugno 2013 - 05:05

    Quando c . . . ci svegliamo , si stanno mangiando tutto loro e i partiti Buttiamoli fuori

    Report

    Rispondi

  • allianz

    01 Giugno 2013 - 03:03

    E miss 2% se ne strabatte i c****ni.

    Report

    Rispondi

  • Coste fredde

    31 Maggio 2013 - 19:07

    Ma fino ad oggi i grandi parlamentari espertissimi di PD e PDL dov'erano? Se ne stavano zitti zitti e magari in TV sbraitavano contro i costi della politica. Ecco, per fare il politico in Italia occorre essere innanzitutto grandi attori.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    31 Maggio 2013 - 19:07

    ...Ma, se un bel giorno, uscendo dai palazzi,trovassero ad accoglierli una bella folla unita, spontanea. composta da operai, artigiani, imprenditori, carabinieri, polizia, tutte le forze dell' ordine e categorie di lavoratori, pensate che le cose cambierebbero? Credo proprio di si. Allora perchè non succede?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog