Cerca

La rivelazione

Grillo-Bersani, l'accordo c'era ma è fallito per un soffio

La parte dissidente del movimento aveva cercato l'alleanza ma qualcosa è andato storto e adesso Beppe cerca i "traditori"

Bersani e Grillo

Bersani e Grillo

Un gruppo di eretici, pronti ad abbandonare il grande capo e a fare accordi clandestini con il nemico. Beppe Grillo non mente, nel Movimento Cinque Stelle esiste una fronda dissidente che trama, segretamente, alle spalle del duo Casaleggio-Grillo. Ma il leader pentastellato lo ha detto: "Li scoveremo tutti e non faremo prigionieri". Da oltre due mesi infatti i sanculotti grillini "traditori" si stanno incontrando clandestinamente perché - secondo loro - seguendo le indicazioni del vertice, fino ad ora, non si è arrivati da nessuna parte e si è venuti meno all'impegno preso nei confronti dei cittadini votanti: ossia aprire il Parlamento come "una scatoletta di tonno". Per ora l'apriscatole resta in tasca o al massimo posato sullo scranno (per la foto da condividere su facebook). Molti di loro accusano il capofila di aver buttato al vento la grande occasione di fare qualcosa di concreto non appoggiando, al momento opportuno, il governo capitanato dal Pd e permettendo così a Berlusconi di fare il bello e il cattivo tempo di quell'esecutivo a larghe intese che - la maggioranza del Paese - non avrebbe voluto.

Il Movimento è restato in silenzio e nascosti dietro al motto sedizioso del "Tutti a casa" alla fine sono entrati nel sistema, comodamente seduti a godersi lo spettacolo: "Nessuna alleanza -sosteneva  e sostiene Grillo - la sinistra ci prende per il culo più della destra". Alle dichiarazioni poi sono seguiti gli attacchi e nel calderone anti-mediatico Gabanelli, Floris è finito persino Rodotà "Ottuagenario miracolato dalla rete"(ma non lo avevano proposto loro?). Chiunque si metta contro il Movimento è bollato, a vita. Sulla fronda rivoluzionaria del Movimento si è molto discusso ma, oltre la leggenda, c'è la certezza di un incontro.

Pare infatti che ad inizio aprile  i grillini disillusi abbiano contattato un personaggio che potesse svolgere un ruolo d'intermediazione tra loro e Pierluigi Bersani. Il mediatore - come scrive il Fatto Quotidiano -  era Sonia Alfano  da sempre vicina ai dissidenti. La proposta: la disponibilità ad abbandonare il Movimento e a creare un gruppo autonomo che potesse così appoggiare la fiducia al Senato e ad un governo Pd in cambio della protezione sufficiente dalla possibille vendetta mediatica di Grillo e Casaleggio oltre alla condivisione di una serie di punti del programma. Il contatto avviene, segretamente e privatamente. Una telefonata, poi un'altra: Bersani, che Berlusconi lo vorrebbe a casa da tempo, manda il senatore Miguel Gotor, in Sicilia per l'incontro ma qualcosa non va.

Una parte dei grillini ci ripensa, così come una fetta di quel Pd che già era intenzionata a sostenere il Governo delle larghe intese con Berlusconi e Monti. Il resto poi è storia. Eppure c'è ancora una fronda tumultuosa che arde sotto le ceneri apparentemente serene dei Cinque Stelle , e che dopo la sconfitta alle amministrative si alimenta sempre di più, ed è rappresentata proprio da quei "cittadini" a cui personaggi come Rodotà, Vendola o Barca hanno aperto le braccia in vista di una nuova sinistra, "clandestina", e anti-Berlusconiana. Come sostiene Grillo "Ne resterà soltanto uno.." ma la storia si sa, rivela sempre delle inaspettate sorprese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • noinciucio

    20 Giugno 2013 - 14:02

    come è bello vedervi rosicare!!! Come disse l'onorevole Gargiulo, Grillo e i grillini ve lo hanno messo al c...lo!!! Intanto loro, grazie alla vostra miopia e alla vostra ingenuità se beccano 10,.000 euro al mese senza fare un beneamato c...zzo!!! Ah! Ah! Ah!

    Report

    Rispondi

  • gicchio38

    06 Giugno 2013 - 08:08

    CON QUELLA FACCIA DA "CANE ARRABBIATO E BASTONATO" E' SUFFICIENTE CHE TI GUARDI ALLO SPECCHIO ED AVRAI SUBITO CHIARO IL "TUO FUTURO" CHE ERA, E' E SARA' SOLAMENTE UN "PAGLIACCIO DA CIRCO EQUESTRE" UBRIACO SOLO DI VINO.

    Report

    Rispondi

  • selvaone

    04 Giugno 2013 - 08:08

    Non bisogna caedere nei giochi laidi dei giornali, hanno paura di perdere il finanziamento pubblico. Io non vi credo, perchè dovrei farlo? dov'è la vostra imparzialità? Poi non tutti promettono a chiacchere e poi fanno il contrario, si era detto alleati con nessuno, e cosi è stato. se poi non siete coerenti son fatti vostri, andate nel pdl , potete dire ogni sorta di boiata nel pdl, guarda la biancofiore, ne spara una al giorno e finisce pure sul giornale, con i suoi 25 voti dietro le spalle.

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    03 Giugno 2013 - 13:01

    “noi siamo gandhiani, vi facciamo un culo così”. dice Beppe. Ed io consiglio: Datti una calmata, fatti vedere da uno bravo, magari con poche pillole riesci a curare un’inizio di arteriosclerosi che ti fa vedere tutti brutti e cattivi. Fai un passo indietro e lascia che qualche giovane Grillino capace politicamente e tecnicamente dotato di un pizzico di carisma prenda il tuo posto e forte del 30% dei voti (che puoi spenderti sino alle prossime elezioni) possa portare avanti un serio programma che faccia piacere a chi ti ha votato. Le guerre lasciale ai dittatori ed i culi a rocco siffredi!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog