Cerca

Il retroscena

Pd-M5s, Mazzetti: "Bersani poteva diventare premier, ma pensò si trattasse di uno scherzo di Cruciani"

Il dirigente Rai racconta come Sonia Alfano abbia chiamato l'ex-segretario del Pd, dicendogli che c'erano 30 grillini pronti a sostenerlo. Ma Pier mise giù la cornetta

Pier Luigi Bersani

Emergono nuovi particolari sui giorni, a dir poco concitati, in cui Pierluigi Bersani cercava di convincere il M5s ad appoggiare un suo eventuale governo. A rivelarli è oggi il dirigente Rai e blogger de Il Fatto Loris Mazzetti, coinvolto in prima persona nell'operazione. La regista dell'operazione sarebbe stata Sonia Alfano, che dopo aver lavorato alla fuoriuscita di circa 30 grillini avrebbe contattato Bersani. Questi, convinto fosse uno scherzo del solito Giuseppe Cruciani de La Zanzara, avrebbe messo giù il telefono, bloccando sul nascere la conversazione. Così, la Alfano avrebbe chiesto aiuto proprio a Mazzetti, che a sua volta si sarebbe messo in contatto con lo spindoctor dell'ex-segretario del Pd, Miguel Gotor. Qualcosa però andò storto, rivela ancora Mazzetti: i parlamentari temevano la trapppola e, forse, le ripercussioni del duo Grillo- Casaleggio. Dall'altro lato, buona parte del Pd lavorava già ad un'intesa con il Pdl, per cui se non se ne fece nulla. Insomma, Bersani era talmente terrorizzato da un eventuale scherzo telefonico della Zanzara-Cruciani, da essersi lasciato sfuggire forse l'unica occasione realistica di fare un governo con il M5s. Solo con la sua ombra, il bad boy di Radio24 ha fatto fuori Bersani e il M5s. Che dire: bel colpo!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    06 Giugno 2013 - 08:08

    HAI VOGLIA A GRATTARTI IN QUEL POSTO. LI' NON TROVERAI MAI PIU' NEANCHE UN BRICIOLO DI CRUSCA E NE DI CAPELLI. TI ERI ILLUSO DI ESSERE "IL NUOVO STALIN RISORTO" PRONTO AD ESERCITARE TUTTI I SUOI POTERI. POI TI SEI RICORDATO CHE SEI SOLO UN FIGLIO DI ME ........... MECCANICO E TI STAI DANDO QUEI COLPI SULLA FRONTE. VOLEVI "SBIANCARE IL MONDO" E HAI SOLO "DOVUTO CALARE LE BRACHE". E MALGRADO TUTTO HA ANCORA IL CORAGGIO DI SORRIDERE E DI USARE L'AUTO DI "RAPPRESENTANZA". NON TI SEI NEANCHE ACCORTO CHE ORAMAI "NON" E RIPETO "NON" RAPPRESENTI NEMMENO TE STESSO CON QUELLA FACCIA DA RINTRONATO PERPETUO.

    Report

    Rispondi

  • Maperpiacere

    05 Giugno 2013 - 11:11

    che possa credere a idiozie del genere?

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    05 Giugno 2013 - 08:08

    Quando si vuol scredetire qualcuno, anche le legende metropolitane vanno bene. Se davvero ci fosse stata quella telefonata, nel timore si trattasse di uno scherzo Bersani avrebbe potuto far cadere la linea e richiarare lui. E' evidente che è una cazzata!!!

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    04 Giugno 2013 - 23:11

    voleva firme in bianco e non correre il rischio di abolire il finanziamento pubblico ai partiti.... chi troppo vuole nulla stringe ha dimostrato cosi che veramente ci sa fare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog