Cerca

I guai del Movimento 5 Stelle

I grillini alla resa dei conti:
"Crimi infiltrato di Berlusconi"
Furnari e Labriola nel gruppo misto

Beppe Grillo

Grillo visto da Benny

I grillini stanno scoppiando. Sarà la pressione a cui non erano abituati, sarà una crescente insofferenza  verso il leader, sta di fatto che il movimento di Grillo sembra arrivato a un punto di non ritorno. "Colpa degli infiltrati", tuona oggi il senatore del Movimento Cinque Stelle Mario Giarrusso dalle colonne di Repubblica puntando l'indice contro Vito Crimi, che ieri non ha votato perchè è arrivato tardi. "Dico che c'è qualcuno che va segnalato a Beppe per mandarlo affanculo come merita", tuona Giarrusso. "Provvederemo a cacciare i berlusconiani dal Movimento". E sottolinea: "Abbiamo passato quattro mesi a fare casino per l'ineleggibilità di Berlusconi, e abbiamo un capogruppo che non si presenta al voto per il presidente della Giunta. Ognuno tragga le conclusioni". La giornata, aggiunge, "è stata per noi una Caporetto". E si è autospeso.

La Puglia molla - Una Caporetto con perdite pesanti. Alessandro Furnari e Vincenza Labriola, i deputati tarantini ormai ex del M5S, nonostante il tentativo di dissuaderli dello stesso Grillo, oggi sono già passati nel gruppo Misto. La notizia è ufficiale visto che i loro nomi, corredati di foto, figurano tra i componenti del gruppo presieduto da Pino Pisicchio sul sito di Montecitorio. Ovviamente il popolo del web non ha perso tempo a commentare la notizia delle due defezioni. Giuseppe D'Ambrosio, che è presidente della Giunta delle elezioni nonchè deputato 5 stelle: anche lui pugliese (come Furnari e Labriola che sono tarantini) anche se nativo di Andria sul suo profilo Facebook, ha linkato la foto di Labriola presa dal sito ufficiale della Camera dei deputati dove risulta che dal 6 giugno 2013 l'ex collega grillina è iscritta al gruppo Misto (ma ancora non ad alcuna componente politica, si legge sul sito). E D'Ambrosio titola: "Benvenuta nel fritto misto".  Sul suo sito personale, Labriola non ha ancora scritto nulla anche se i commenti già arrivano. C'è chi ironizza: "Tutti quei soldi non si potevano proprio buttare!". Mentre sul profilo di Furnari, che rinvia le sue spiegazioni alla prossima settimana, i commenti sono piu' numerosi. C'e' chi scrive: "ELIMINIAMOLO in gran massa dai nostri contatti... non ci merita..." e chi va giù pesante: "Furnari sei una m.... di uomo".

Giù i consensi - Oltre agli uomini il Movimento Cinque Stelle perde anche i consensi. Secondo uno studio di Demopolis pubblicato sul sito dell'Espresso il partito di Grillo è è passata dal 3,5% del maggio 2011 al 25,6% delle Politiche, per attestarsi oggi – con una lieve flessione - intorno al 21%. A dividere in parte l'elettorato c'è  il 'no' al centrosinistra, considerato una opportunità mancata per incidere sul governo. Se si tornasse alle urne il 20 per cento di chi ha scelto il Movimento in febbraio sceglierebbe di astenersi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giggino1977

    07 Giugno 2013 - 23:11

    Speriamo che passano altri 5S nel pd, il giusto necessario per rendere Berlusconi innocuo e mandarlo in pensione... giudici permettendo.

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    07 Giugno 2013 - 20:08

    Ed ora questi due signori eletti nel M5S da cittadini che credevano diversi dagli altri, passeranno nel gruppo misto con tutti gli onori ed oneri (onori stipendio pieno compreso) alla faccia di quei cittadini che avevano votato quel movimento perche qualcosa cambiasse. Logica e giustizia vorrebbe che avendo iniziato a giocare con quella maglia, non appena cambiato idea dovrebbero rimettere il mandato, tornare a casa e riprovarci la prossima volta con la nuova maglia.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    07 Giugno 2013 - 18:06

    grillo (giu' il cappello) ha fatto l'impresa del secolo e ora ? ha fatto i soldi con cazzate. bravo, complimenti ma ora via dai coglioni che la festa e' finita.

    Report

    Rispondi

  • zucchetto

    07 Giugno 2013 - 18:06

    Le scelte non si fanno a caso,non si demanda: chi volete, di chi vi fidate per eleggerlo in Parlamento? Non rivelo nulla se dico che gli eletti erano sconosciuti anche a coloro che attraverso la rete li hanno indicati come eleggibili. Ponzio Pilato, forse sperava che tra Barabba e Gesù, la folla avrebbe scelto per la liberazione, un uomo che non aveva fatto alcun male, invece la storia ci ha insegnato che le scelte a volte non tengono conto del valore della persona. Caro Grillo, sei stato più serio quando facevi ridere. zucchetto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog