Cerca

I primi transfughi

Labriola e Furnari, il ritratto dei traditori di Grillo

Labriola e Furnari, il ritratto dei traditori di Grillo

Labriola e Furnari, probabilmente se non avessero scelto - primissimi tra i grillini - di lasciare il Movimento per migrare tra le fila del "Gruppo Misto", i loro nomi sarebbero rimasti sconosciuti ai più. Invece, dopo la decisione di rottura sono diventati famosi. Soprattutto nel web dove sono diventati oggetto di numerosi insulti da parte della base del Movimento. Ma chi sono Labriola e Furnari? 

Vincenza Labriola, classe 1981, è arrivata a Montecitorio grazie al boom di Grillo a Taranto. In passato sui era candidata alle Comunali ma aveva avuto un solo voto. Lei si è spiegata l'insuccesso con il fatto che, essendo incinta, non si è potuta impeganare nella campagna elettorale. In questi mesi da deputata grillina si era fatta notare solo per qualche rapporto con il ministro dell'Istruzione Maria Chiara Carrozza per i criteri di accreditamento dei corsi di laurea. il che mette a rischio la prosecuzione dell’attività universitaria a Taranto che per la stessa Università e il Politecnico è decentrata dalla sedi di Bari. Per il resto nessuna conferenza stampa dopo l'elezione a deputati e nessuna presa di posizione sulla vicenda dell’Ilva, pure diventata di rilievo nazionale.  

Alessandro Furnari, 36 anni, è uno studente di Scienze della Comunicazione che si era candidato a sindaco di Taranto nel 2012 senza successo. Le sue posizioni sull'Ilva erano state criticate dal Movimento di Taranto.  Furnari e Labriola hanno fatto la loro ultima apparizione pubblica a Taranto lo scorso 2 giugno, alla cerimonia per la festa della Repubblica indetta dalla Prefettura nella piazza centrale della città. I due deputati erano in prima fila, accanto ai parlamentari degli altri partiti, e al termine della cerimonia si sono anche fermati a parlare col prefetto Claudio Sammartino. La loro presenza ha destato anche qualche sorpresa e chi li ha ascoltati, ora riferisce che anche in quell'occasione i due ribadirono una certa presa di distanza dal Meetup di Taranto

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioant

    09 Giugno 2013 - 08:08

    i principi del condottiero Grillo sono buoni,anzi condivisibili dal 60% del popolo,purtroppo trovare seguaci in quest'Italia che vive di pappismo da 100 anni è difficile se no impossibile,quindi alla fine moriremo tutto il popolo di fame,perchè in Italia non c'è nessuno in grado di governarci.

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    08 Giugno 2013 - 20:08

    ma questi sono nullafacenti che hanno tentato per qualsiasi via di entrare in politica, insomma gli interessavano le palanche

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    08 Giugno 2013 - 20:08

    ma questi sono nullafacenti che hanno tentato per qualsiasi via di entrare in politica, insomma gli interessavano le palanche

    Report

    Rispondi

  • airbaltic

    08 Giugno 2013 - 20:08

    haha alla faccia di quel 25 % di ingenui ( che pero' odiano ) e di idealisti estremisti di sinistra che hanno regalato il voto a degli emeriti sconosciuti. Voto gettato nel wc . i due deputati ringraziano. A dimenticavo .il tradimento lo fanno per l ILVA HAHAHAHA

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog