Cerca

Il vizio dei rossi

Grillo come Silvio, la sinistra ci riprova: "Dannoso per la nostra immagine all'estero"

Il comico aveva definito il Parlamento "una tomba maleodorante". La Boldrini: "Dannoso per il Paese". Una frase già sentita tante volte contro il Cav

Laura Boldrini

Laura Boldrini

Quella che perseguita la sinistra è una maledizione. Storicamente lancinata da divisioni, lotte intestine e giochi di potere, trova l'unità solamente davanti al nemico comune, compattandosi come un sol uomo nella demonizzazione e nell'eliminazione dell'avversario politico. Di solito i due momenti, ossia quello della divisione e quello dell'unità, coincidono con altrettante fasi: il primo raggiunge il culmine quando la sinistra è al potere, il secondo quando invece si trova all'opposizione.

Il nemico comune - Il nemico comune per vent'anni è stato Silvio Berlusconi. Tralasciando le questioni interne, l'arma più usata dalla sinistra è stata quella dell'immagine dell'Italia all'estero che, a suo dire, veniva quotidianamente infangata dalle azioni politiche e dalle dichiarazioni pubbliche del presidente del Popolo delle libertà. Celebre divenne la scenetta del Cav che parla al telefono facendo attendere la Merkel a un vertice internazionale. Dopo gli strali della sinistra, era saltato fuori che Berlusconi stava parlando col premier turco Erdogan. Ora che al governo c'è il "sobrio Letta" (dopo il "sobrio Monti") chi rischia di farci perdere la riacquistata credibilità internazionale è Beppe Grillo, che ieri ha definito il Parlamento una "tomba maleodorante". A scagliarsi con maggior veemenza contro le intemerate del guru dei cinque stelle è stata Laura Boldrini, che ieri sempre il capo grillino aveva definito "una miracolata" perchè eletta alla presidenza della Camera dall'alto di un consenso del 3,5% ottenuto da Sel, il suo partito: "Le dichiarazioni di Beppe Grillo, scomposte e offensive, tendono di nuovo a colpire il Parlamento e quindi la democrazia . Sono dannose per il Paese, per la sua immagine all’estero, per chi lavora a rinnovare le istituzioni rendendole più sobrie, efficaci e trasparenti e per gli stessi deputati del gruppo M5S, presenti con grande impegno nell’attività della Camera". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agostino.vaccara

    09 Giugno 2013 - 14:02

    è anche e di più un Presidente della Camera che partecipa ad un gay pride.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    09 Giugno 2013 - 12:12

    non ci sono anche 160 grillini?

    Report

    Rispondi

  • DVXNOBIS

    09 Giugno 2013 - 12:12

    Nick2, a ragion veduta, ci dà una notizia di prima mano avendo controllato quel giorno le log delle chiamate entranti dei telefonini di tutto il suo (di Nick2!!!) parentado di sesso femminile e trovando su di essi più volte il numero di Silvio.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    09 Giugno 2013 - 11:11

    vedere Nicola Vendola il poeta della politica!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog