Cerca

Stipendi grillini

Indennità, diaria, rimborsi
I conti del commercialista
che fa le paghe ai 5 stelle

Sarà uno studio di Tarquinia, in provincia di Viterbo, a rilasciare la 'busta' dei deputati M5s. Ecco quanto gli finisce in tasca...

4
Indennità, diaria, rimborsi
I conti del commercialista
che fa le paghe ai 5 stelle

 Sarà uno studio di commercialista di Tarquinia, in provincia di Viterbo, a rilasciare la busta paga dei deputati 5 stelle e a questo punto anche a verificare, presumibilmente, scontrini e conteggi della quota di diaria che potranno trattenere, sulla base delle spese effettivamente sostenute. Le 'istruzioni' per la rendicontazione sarebbero contenute in circa 8 pagine e nei foglie Excel inviate ai parlamentari del movimento. In base al codice di comportamento sottoscritto, gli eletti grillini, per quanto riguarda l’indennità, riceveranno dal commercialista un cedolino calcolato sulla base di 5mila euro lordi, pari, teoricamente a 3.262,66 netti.  In base alla legge vigente l’importo lordo dell’indennità dei deputati è di 10.435,00 euro, pari ad un importo netto di circa 4.750 euro.

I deputati pentastellati dovranno, sulla base delle istruzioni, inviare mensilmente la nota con la retribuzione della Camera, secondo quanto viene riferito, al commercialista prescelto dal movimento, per consentire l’effettuazione del calcolo della quota di retribuzione che dovrà essere restituita. Sicuramente, più complicata e destinata a far venire il mal di testa a molti degli eletti è la parte che riguarda la rendicontazione delle spese che possono nascere dalla diaria, da quelle di viaggio, dalla spesa telefonica e dalle spese per l'esercizio del mandato. Il 'consiglio' è quello di conservare, di fatto, tutti gli scontrini e i giustificativi di pagamento, dividendoli secondo la loro natura e i periodi temporali delle spese. Questo perchè, se per la diaria la rendicontazione sarebbe mensile, per le spese di viaggio diventerebbe trimestrale e per quelle telefoniche sarebbe semestrale. Per l'esercizio di mandato la rendicontazione diventerebbe, invece, quadrimestrale. L'invito è quello di dettagliare le spese e di conservare gli scontrini collegati per eventuali futuri controlli. Certo, il dettaglio non verrà messo sulla rete. Ma di fronte ad un eventuale 'redde rationem' il modo migliore per mettere a tacere ogni eventuale e ipotetica querelle.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    10 Giugno 2013 - 07:07

    LADRI, FANNULLONI e INCAPACI tutti all'assalto di una poltrona purchè sia. Abbiamo il doppio dei parlamentari degli USA ma pare che nessuno se ne preoccupi più di tanto. Paghiamo gente che ci ha sfruttati ben oltre 30anni eppure nessuno muove un dito. Paghiamo e come! gente del tipo: il monegasco, il casini..sta nazionale, il mortadella, il fu-fu, valter detto l'africano, o bello guaglione, tanto per citare i più vegognosi. Dei Bassolino, Penati, Lusi, Fiorito, UNIPOL, Telekom Serbia, IRI, Cirio, Monte Paschi, Anton- Veneta, Coop, e via via, l'elenco è molto lungo, fanno i salti mortali per TOMBIZZARE ogni cosa; mentre noi popolo , bisogna dirlo, cogli.... ancora li manteniamo e non troviamo il coraggio per mandarli via una volta per tutte sequestrando loro tutto il maltolto??? Mah!!!!

    Report

    Rispondi

  • operalnero

    09 Giugno 2013 - 12:12

    Sotto quante voci ci derubano?

    Report

    Rispondi

  • ubidoc

    ubidoc

    09 Giugno 2013 - 12:12

    E' un misto di tutti i politicanti ladri che sono scappati o sono stati scacciati dai partiti "normali" ma vogliono ancora vivere con i nostri soldi e stanno in quel "misto" per porsi in vendita ,come "escort",ai partiti che le volessero comprare.Mandiamoli via tutti !! Nessuno li ha votati per vivere nel lupanare misto a nostre spese !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media