Cerca

Un leader vintage

Grillo bastona Letta e Alfano: "No tengo dinero. Su Imu e Iva hanno fallito"

La canzone che spopolava nel 1983 è il titolo dell'ultimo post di Beppe: "Su Imu e Iva avete fallito"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

"No tengo dinero". Per Beppe Grillo il governo è tutto qui. Il leader del Movimento Cinque Stelle ha rispolverato quel pezzo dei Righeira del 1983 che ha fatto ballare gli italiani sotto il sole cocente della riviera romagnola. Ma qui secondo Beppe a "ballare" è proprio il governo che, appunto, non "tiene dinero". Ovvero non ha un euro. E quelli che sarebbero con le tasche vuote sono "Capitan Findus", Enrico Letta e il ministro degli interni Angelino Alfano. Grillo attacca l'esecutivo che su Imu e Iva non avrebbe mantenuto le promesse: "Le panzanate elettorali di Berlusconi sull'Imu, che dovremo comunque pagare, le fandonie del Governo sull'Iva, che crescerà comunque di un punto, e sulla riduzione delle tasse, che aumenteranno a livello locale, dicono una cosa sola: le casse sono vuote". 

Si muore di fame - Ma Grillo "a tempo di musica" racconta un'Italia poverissima e affamata, quasi come se fossimo nel dopo guerra: "Discutono ogni giorno di temi che non sono prioritari. La priorità in questo momento è coniugare il pranzo con la cena, pagare l'affitto, le spese sanitarie. A Bologna molti bambini non hanno da mangiare e aspettano la mattina la scuola, la mensa scolastica, per sfamarsi". 

Solita solfa anticasta -  Poi arriva la solita dose di populismo: "Di tagli non se ne parla, dalle province, alle auto blu, a un taglio dei vitalizi, delle doppie e triple pensioni, della burocrazia che uccide le imprese. L'unico taglio è sulla povera gente, sui servizi sociali, sugli asili, sui trasporti, sulla sanità". Fare la solita opposizione distruttiva e mai propositiva continua ad essere il tallone d'Achille di Beppe. La sua occasione per andare al governo l'ha avuta, ma l'ha ignorata. I suoi elettori lo sanno e non lo perdonano. Dall'Australia tra espulsioni e dissidenti che stanno per mollarlo non gli resta che ascoltare una vecchia cassetta dei Righeira. Il vintage va di moda, soprattutto in tempi di crisi. A Cinque Stelle. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tomaurora1

    16 Giugno 2013 - 07:07

    GRADIREI RILANCIARE LA CAMPAGNA DI RESTITUZIONE DELLE TESSERE ELETTORALI : CHE CAZZO VOTIAMO A FARE ????? LA PIAZZA , LA PROTESTA , IL NUOVO RISORGIMENTO ITALIANO PORTATO AVANTI DAL POPOLO SOVRANO : NOI 60 MILIONI LA CASTA QUANTI ????????????????

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    15 Giugno 2013 - 09:09

    e che dovrebbero fare, grillo ha ragione. Lo pensiamo tutti, tranne i politici i quali si meravigliano che l'astensionismo cresce. E non sanno capire la ragione perchè sono molto distanti dai problemi e dalle incavolature dei cittadini. Se non fanno i tagli giusti nella mia famiglia non voteremo più.

    Report

    Rispondi

blog