Cerca

Il caso

Fisco, Visco nel mirino delle Entrate

Al vaglio alcune consulenze del centro studi che presiede (tra i fondatori c'è anche Bersani). Il sospetto: servivano a pagare meno tasse

Vincenzo Visco

Vincenzo Visco

Qual è il colmo per un ex-ministro delle Finanze? Essere messo nel mirino dall'Agenzia delle Entrate per evasione fiscale. Non è una barzelletta, ma è quello che è accaduto a Vincenzo Visco, ministro delle Finanze ai tempi del governo guidato da Romano Prodi. Come rivela Repubblica, il Fisco ha messo sotto la lente d'ingrandimento alcune consulenze rese dall'associazione Nens al colosso dalla cooperazione rossa Ccpl di Reggio Emilia. Cos'è il Nens? E' il centro studi economici di Roma presieduto da Visco e fondato, tra gli altri, da Pierluigi Bersani, che però al momento non ricopre alcun incarico. Secondo l'Agenzia delle Entrate, la Ccpl di Reggio Emilia avrebbe usato in maniera impropria le consulenze fornite dal centro studi di Visco, ossia per pagare meno tasse attraverso delle detrazioni fiscali. Dal centro studi si dicono tranquilli: "Le contestazioni che ci hanno mosso sono questione di interpretazione delle norme, siamo convinti della nostra correttezza". Sia come sia, la metamorfosi di Visco è di quelle a tutto tondo: da paladino della lotta senza quartiere all'evasione fiscale a personaggio attenzionato dal Fisco. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • degrel0

    21 Giugno 2013 - 13:01

    Visco faceva il vampiro con il sangue altrui,da bravo sinistroide quel che tuo è mio e quel che è mio resta mio!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    21 Giugno 2013 - 11:11

    il NENS è un centro studi per ricerche economiche, dibattiti ed è un'attività privata. Privato per privato allora a me piacerebbe vedere i conti tuoi, se paghi tutti gli scontrini, se richiedi sempre ricevute e fatture, se paghi il canone RAI, se non evadi l'IVA e IRPEF, se non evadi contribut, se godi di facilitazioni fiscali ed economiche pur non avendone diritto

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    21 Giugno 2013 - 11:11

    Visco è da sempre un noto economista: è diventato un politico durante il governo Prodi e solo durante quel periodo: nel 2008 non si è presentato alle elezioni. E' un consulente esattamente come Ghedini e Longo per il Burlesque (con la diffrenza che Ghedini e Longo sono parlamentari e pagati da noi, col 90% di assenze in Parlamento). Visco non è nemmeno parlamentare. Fa le consulenze al CCPL che è un gruppo industriale privato, come Mediaset. Dove stà il conflitto di interessi? Siete proprio degli inutili, ignoranti maldestri, pronti ad abboccare ad ogni esca che vi viene presentata

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    21 Giugno 2013 - 11:11

    ma è una fissazione, la sua!!! Tutti, aziende, imprenditori, professionisti, normali contribuenti si rivolgono a consulenti, e Visco è un consulente, per pagare meno tasse, approfittando delle possibilità che forniscono le leggi. Dove starebbe il furto, l'illecito? Si faccia una cura, lei è in pericolo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog