Cerca

Più cicale che grillini

M5S, via un altro: la senatrice De Pin lascia per protesta contro le espulsioni

"Solidarietà alla Gambaro, forse lascio il Senato". La cacciata si sfoga: "Nel Movimento clima di terrore". Grillo: "Scilipotismo dei dissidenti fisiologico"

M5S, via un altro: la senatrice De Pin lascia per protesta contro le espulsioni

Movimento 5 Stelle, fuori un altro. Questa volta, dopo Mastrangeli e Gambaro (e in attesa della sorte della Pinna), a lasciare la banda Grillo è la senatrice Paola De Pin. Nessuna espulsione, però: la De Pin molla di propria spontanea volontà per protestare con la cacciata della dissidente Gambaro. "Dopo una lunga e sofferta riflessione annuncio la mia uscita dal Movimento 5 Stelle", esprimendo "piena solidarietà alla Gambaro" e dissenso rispetto alla "reazione" dei grillini che hanno riservato una "gogna mediatica" ai colleghi critici nei confronti del leader Grillo. "Mi riservo di presentare in futuro le dimissioni da senatrice", aggiunge concludendo la De Pin. Sul suo blog, Beppe preferisce non commentare. Anzi, si diletta insultando ora il premier Enrico Letta ("Bacerà il culo a Berlusconi") ora l'Unità che giovedì ha criticato in maniera durissima la posizione degli onorevoli grillini sul Dl Emergenze che oggi, venerdì 21 giugno, ha incassato la fiducia alla Camera con 383 sì e 154 no. 


Gambaro: "Nel M5S clima di terrore" - Proprio Adele Gambaro, espulsa dal Movimento dopo il "referendum" online tra gli attivisti (con il 65% di voti), si sfoga su Repubblica togliendosi qualche sassolino dalle scarpe: "Non capisco perché nel Movimento è prevalsa questa linea di censura, avevo solo fatto un invito ad abbassare i toni. Sono molto pessimista sul futuro dei 5 Stelle - spiega la ex senatrice grillina -. Qualcosa non che non va nella comunicazione c'è. In tre mesi di lavoro siamo riusciti a parlare solo delle nostre polemiche interne. E non è colpa dei giornali. Non so perché si sia instaurato questo clima di terrore ma mi ha messo a disagio". Ci saranno altre esplusioni?, chiede l'intervistatore. "Ho sentito che Grillo ha chiamato i dissidenti. Penso sia una novità importante. Spero che la mia espulsione sia servita a questo".

Grillo contro lo "scilipotismo" dei dissidenti - Di sicuro, Beppe Grillo sembra aver colto il clima d'insofferenza e trepidazione tra i suoi cittadini. I fedelissimi avrebbero invitato il leader a essere più presente a Roma, ad essere meno portavoce e più guida. Per ora il comico-capopopolo si dedica alla campagna elettorale in vista dei secondi turni alle amministrative siciliane, non lesinando qualche cauta autocritica. "Un piccolo calo c'è stato, era prevedibile, ma ci stiamo riprendendo - ha ammesso in piazza a Ragusa, per sostenere il candidato M5S Federico Piccitto -. Avevamo avuto troppo successo in poco tempo e poi probabilmente la gente non aveva capito che votare per noi significa partecipare e non sceglierci per ribrezzo degli altri. Magari qualcuno voleva vedere la vecchia politica, ma noi siamo altro. Ma siamo in risalita". Un calo, dunque fisiologico, come "fisiologico è che tre parlamentari su 163 vadano via... Segno di uno scilipotismo dell’anima". In ogni caso, conferma Grillo, la riscossa arriverà proprio dall'odiata televisione: "Persone del Movimento 5 Stelle,   preparate, andranno in tv non per ampliare la platea ma per non sentire più menzogne sul nostro conto". Occhio, però, perché a chi gli diceva che la "rete è per pochi", lui ha replicato pronto: "Avete tutti un telefonino, il mondo adesso è lì...". I dissidenti sono avvisati: la cacciata arriverà via sms?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emilioq

    22 Giugno 2013 - 08:08

    A questo comico mancato effettivamente gli state dando troppa visibilità. I suoi adepti si stanno accorgendo della sua pochezze mentale rivelandosi solo un cane abbaiante senza programmi. I più intelligenti se ne vanno rimangono gli stronzi che mirano alla poltrona e ai soldi. E' veramente questa merdata che si merita l'Italia?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    21 Giugno 2013 - 19:07

    Movimento solubile. Ma che cosa c'era da aspetarsi da un movimento nel quale erano confluiti movimenti vari di sx e scontenti di tutte le aree? Solo confusione e tante chiacchiere!

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    21 Giugno 2013 - 15:03

    Questo è un emerito buffone da circo che sta prendendo in giro una parte dei creduloni italiani.

    Report

    Rispondi

  • franco1951

    21 Giugno 2013 - 14:02

    2 pirla (tutti a lavorare e isolecomprese)vengono su un giornale dove il confronto è libero anche se scommettono che le loro ca...te non verranno pubblicate, invece no pur essendo il solito odioso vomito di torquiloqui quì hanno spazio non come sui loro giornali (la repubblica,l'unità, il disfatto quotidiano del manettaro che non ne azzecca una,se non querele,ecc...)dove il buon regime filtra se non distorce notizie e interventi.ILconfronto politico è una cosa diversa,non quella professata da un comico pagliaccio populista urlatore che sente la sabbia sfuggirgli fra le mani, cosa ne ha fatto dei suoi deputati, senatori,quelli con un minimo di cog...ni si sono stufati di fare da carta igenica e come pupi siciliani hanno taliato i fili, e adesso il comico con il santone guru si trovano la ribellione anche dei babbuini 65/35.IL peggio è che qualche co...one ci crede ancora.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog