Cerca

Guarda il video

Bechis: "Grillo si è fatto l'auto-complotto"

Ascesa e declino della non-rivoluzione grillina. Dalle urla della campagna elettorale, ai silenzi, alle accuse

Franco Bechis

Il vicedirettore di Libero vittima di sei furti

Beppe Grillo in campagna elettorale gridava: "siete circondati", e ululava: "tutti a casa" davanti a folle festanti. Dopo tre mesi di Parlamento, la situazione si è capovolta: gli unici mandati "a casa" sono stati gli eletti a 5 stelle. E nella drammatica assemblea per l'espulsione di Adele Gambaro un senatore, Giovanni Endrizzi, è arrivato addirittura a ipotizzare un complotto globale contro il Movimento 5 stelle. Addirittura un "golpe strisciante", con il governo di Enrico Letta che sfornerebbe decreti in continuazione (solo loro li hanno visti) per impedire ai fedelissimi di Grillo di presentare le loro proposte di legge. Visto il film di questi mesi, più che un complotto quello in atto sembra un auto-complotto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Google

    22 Giugno 2013 - 12:12

    Su Grillo considerazione puntuale....

    Report

    Rispondi

blog