Cerca

Atleti in rivolta

Yuri Chechi e Fiona May: "Idem, dimettiti"

I due campioni, con toni diversi, chiedono alla canoista di lasciare la poltrona

Yuri Chechi e Fiona May: "Idem, dimettiti"

"Ho vinto tante medaglie, quindi non mi dimetto", ha dichiarato nella conferenza stampa di sabato scorso il ministro Josefa Idem. Come dire: il posto di ministro mi tocca per meriti sportivi. Ma i veri sportivi sono altri. Quelli che sanno vincere, ma anche ammettere uan sconfitta (anche se politica, in questo caso). Prendete Fiona May, ad esempio. Sulla vicenda Idem, senza giri di parole, ha dichiarato: "Posso dire che, se si tratta di una cosa grave, è giusto che lasci la carica di ministro". Un altro simbolo dello sport italiano come Yuri Chechi, seppur in maniera più morbida, è sulla stessa lunghezza d'onda: "Credo che possa essere un buon ministro, ma ora deve affrontare questa situazione e chiarirla al più presto". Cara Idem, sportivi di diventa, ma campioni si nasce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Uchianghier

    Uchianghier

    24 Giugno 2013 - 15:03

    Non gli conviene da ministro ha l'immunità assicurata grazie anche al fatto che è componente del PD.

    Report

    Rispondi

blog