Cerca

Appunto

Tra Iva e Imu, la nostra politica non ha mezza idea

Manca la visione del nostro Paese tra dieci o trent'anni. Mirano soltanto alle prossime elezioni

Filippo Facci

Facci visto da Vasinca

Parlare di Iva e di Imu - sempre di Iva e di Imu - non è politica: è propaganda, è mera prosecuzione o anticipazione della campagna elettorale, è qualcosa che cerca di riempire un vuoto colossale di cui il Pdl e il Pd sono responsabili da anni: l'assenza di un'idea di futuro. L'assenza, cioè, di una visione del nostro Paese tra dieci o trent'anni, l'assenza di una politica vera. Là fuori c'è un pianeta che sta cambiando (che è già cambiato) e quaggiù c'è un Paese da ricollocare geo-economicamente: invece si parla e si blatera come se «la crisi» fosse una fastidiosa parentesi, come se la capacità dei politici consistesse solo nel farci rientrare più o meno velocemente in carreggiata. Ebbene, non ci rientreremo, perché quella carreggiata non esiste più. Lo sappiano gli operai che chiedono «lavoro» allo Stato, i sindacalisti che si scandalizzano della delocalizzazione, i professionisti e gli esercenti che ammiccano all'evasione, gli statali, i padroncini col lavoro in nero, lo sappiano gli italiani rincoglioniti da noi giornalisti: il passato non tornerà. È questo che si chiede a una classe politica autentica: uno straccio di idea di futuro, qualcosa che non sia soltanto un angoscioso confronto economico col presente. Tutti a dire che il tal provvedimento serva a «riavviare il motore», a far ripartire la nave: ma per andare dove? Sino alle prossime elezioni?

Filippo Facci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    06 Luglio 2013 - 00:12

    L'inasprimento fiscale é per non fallire subito. Poi si vedrà.... Tutto qui Comunque due conti che mi sollecita l'articolo (condivisibile) di Facci. Fanfara per 1.5 miliardi per il lavoro e per i giovani. 4 miliardi per rinunciare all'IMU..... Non fatela pagare ai bassi redditi, ma agli alti redditi inaspritela. Chi guadagna parecchio e chi non riesce a mangiare. Chi sceglie Alfano e Brunetta? Il ricco. Bravo bene , bis.

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    02 Luglio 2013 - 13:01

    questa volta non si può dare che ragione a Facci, stranamente. poi scrive arwen, un povero BANANAS, che si dimentica che Facci cita anche il PDL, essendo il partito del nano al POTERE con il PD. si dimentica che la IVA la ha aumentata il governo del nano nel 2011, e che la proposta, cogliona, di togliere la IMU per tutte le prime case, comprese quelle di miliardari vari, è una proposta elettorale sempre dell'orrido. orrido, non dimentichiamo, che disse che nel caso in cui non sarebbe stata restituita, l'avrebbe pagata lui, e intanto io aspetto... per non contare che il buon ARWEN si dimentica che Equitalia è una creatura del nano e di treMonti. così, solo per citare alcune delle inesattezze del solito berlusconiano.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    02 Luglio 2013 - 12:12

    Sono la prova che i nostri dirigenti, a tutti i livelli, non sono assolutamente in grado di guidare questo paese. Pensare che l'unico modo per raddrizzare i conti pubblici passi per l'inasprimento fiscale (esercitato da un fisco medioevale e bizantino)è ingenuo, privo di senso, sbugiardato da ogni studio economico moderno e, in definitiva, stupido. L'Italia è un paese pieno di risorse ma rimane ingessato da mille leggi e leggine inutili che hanno un solo scopo far cassa. La politica avrebbe dovuto farsi carico della domanda di cambiamento, quelllo reale non quello a parole del PD o quello confuso e astruso del M5S, invece la giostra continua. Metti una tassa qui, aggiungi un bollo lì. Non riesci a trovare gli evasori? Allora via, tutti i conti correnti schedati. Ma quanto ci costa questo inutile strumento? L'Agenzia delle Entrate non sa trovare gli evasori e vuole cercare un ago nel fienile dei conti correnti? Buffonate. Qui serve coraggio e innovazione, non lo sceriffo di Nottingham.

    Report

    Rispondi

blog