Cerca

Verso il rinvio del voto

Il Pdl avvisa il Pd per la Santanchè:
"Niente scherzi sul voto per la vicepresidenza della Camera"

Governo a rischio: i democratici non vogliono la "pitonessa" come vice-Boldrini e preparano l'intesa con i grillini. Gli azzurri: "Si rischia uno strappo grave"

Silvio Berlusconi e Daniela Santanchè

Berlusconi e Santanchè

La candidatura di Daniela Santanchè alla vice presidenza della Camera rischia di far saltare il governo. Il voto è stato rinviato con una decisione della conferenza dei capigruppo. Scelta Civica aveva già chiesto "una pausa di riflessione" per stemperare le tensioni che già da tempo avvolgono il governo. Così, il voto per designare la vice-Boldrini, previsto per le 15, è stato rinviato. Ora sarà la prossima conferenza dei capigruppo a decidere la data per il nuovo voto. Troppo alta la tensione attorno al nome della "pitonessa", candidato ufficiale del Pdl (pur spaccato) per prendere il posto di Maurizio Lupi chiamato da Enrico Letta nella squadra di governo. Prima del  rinvio la linea del Pd era quella di votare "scheda bianca". Ed è qui che appare il primo indizio che porta alle "prove tecniche" di ribaltone.

Niente scherzi - In vista del voto Maurizio Gasparri aveva avvisato i democratici: "Bisogna contribuire a questa elezione perché non è una nomina - ha spiegato -. Se poi con il voto segreto si fanno giochetti strani, sarebbe uno strappo grave". Da Largo del Nazareno però insistono. "La Santanché non mi sembra che si contraddistingua come una costruttrice di ponti, una tessitrice di tele", ha spiegato democratico Ivan Scalfarotto affrettandosi tuttavia a spiegare che non la crede "impresentabile". Già ieri, lunedì 1 luglio, i farisei del Nazareno si erano affrettati a sgambettare la "pitonessa" che correva verso Montecitorio.

Il piano del Pd per il ribaltone -  Il capofila degli "anti-Santanchè" è Matteo Orfini: "Non penso di votare Daniela Santanchè alla vice presidenza della Camera. Credo che sia un errore da parte del Pdl candidare la Santanchè - ha aggiunto Orfini - . Alcune scelte rischiano di essere delle mine sulla strada di questo governo e penso che candidare Daniela Santanchè alla vicepresidenza della Camera, sia cercare un incidente".  A schierarsi contro la pasionaria azzurra è anche il deputato dem Yoram Gutgeld: "Non abbiamo un modo scientifico per misurare il livello di rispetto dei parlamentari per l'istituzione che servono - ha detto - , ma quando una parlamentare non si presenta nella sua commissione neanche una volta dopo l'insediamento significa che di rispetto per l'istituzione ne ha poco".

Patto con il M5S - La partita è tutta da giocare. Ma la tattica del Pd complica, e non poco, i piani del Pdl. Gli azzurri, senza l'appoggio del Pd dovrebbero eleggere da soli la Santanchè, impresa non facile: si teme infatti il fuoco dei franchi tiratori. Il Pdl può contare sul voto di 97 deputati. Così a sperare nell'incidente diplomatico ci sono i grillini che hanno 103 deputati. La loro candidata è Francesca Businarolo. Con l'appoggio di Sel la grillina potrebbe farcela. E in questo caso comincerebbe ufficialmente un'alleanza di voto tra sinistra e grillini. Vendola avrebbe l'onere e l'onore di fare da apripista. Ma il sospetto è che lo stesso Pd stia architettando un giochetto strano per mettere ko il Pdl e fare un favore al M5S. I ribaltoni, quelli in silenzio, si fanno anche così. (I.S.)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    04 Luglio 2013 - 09:09

    Caro monocromo il post 22 conferma in pieno quanto penso: l'unico colore che vede è paragonabile all'unica persona che vede, la sua ossessione, la sua fonte di vita,la sua disperazione tutto insomma e questo tutto lo vede sfumato in 521 modi diversi.Lei è un bel fenomeno,complimenti!!! A proposito è andato alla visita psichiatrica che le avevo prenotato?.Non mi faccia fare brutte figure!

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    04 Luglio 2013 - 09:09

    Caro bonbon visto e considerato che ormai siamo diventati intimi risponderò alla tua facendo presente che,per una svista,hai dimenticato una "u" del tuo cactus pertanto fiorirà un poco meno(anche i cactus si offendono).Riguardo al motivo del contendere,la sig.ra Santanchè,come sempre mi trovo in disaccordo con te e per questi motivi:a)la signora,al contrario di tante tue eroine non è spocchiosa,b)la signora,al contrario etc. non è ipocrita,c)la signora,al contrario etc. non è falsa e,così di seguito, potrei andare avanti.Il fatto che sia simpatica o meno è ininfluente per i riti della politica democratica e i risultati si vedono ma,se dovessi dire la mia,trovo la signora di gran lunga superiore e come intelligenza e come modo di fare ad una folta schiera di sinistre chic,piene di sodi e,come sempre,false come il rame.Il partito ha così deciso e questo dovrebbe bastare per tutti gli altri. Nel governo siede una persona che nulla ha a che fare con l'Italia e pure la teniamo obtorto collo

    Report

    Rispondi

  • perfido

    03 Luglio 2013 - 08:08

    come ho sempre detto, avrà anche i Suoi buoni motivi per tirare "a campare", ma potrebbe anche qualche volta far finta di aver "sbagliato" e mandare all'aria il tutto, noh! Perché non assistere allo scenario che prospetterebbe un'alleanza per la formazione di un eventuale governo da parte del PD con M5S, anzicché lasciarsi dire che non conviene al PdL, mollare il governo? Dobbiamo tirare "a campare" anche noi elettori? Tiremm innanz

    Report

    Rispondi

  • rabbianera

    rabbianera

    03 Luglio 2013 - 06:06

    Non si fidano neppure quelli del PdL della Santanchè e fanno bene, perchè dovrebbero allora votarla quelli del PD?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog