Cerca

Nervi tesi nella Lega Nord

Bossi contro Calderoli: "Non dire str..., democristiano"

Il duro scontro domenica sera: i due litigano su Maroni e Tosi

Roberto Calderoli e Umberto Bossi

Calderoli vs Bossi

Nuovi, feroci, scontri nella Lega Nord. Il luogo era la festa del Carroccio di Spirano, nei campi attorno a San Rocco. I fatti si svolgono domenica sera, ma emergono soltanto ora, riportati dal Corriere della Sera. L'occasione era la prima uscita pubblica del segretario provinciale, Daniele Belotti. Il pezzo forte della serata era il comizio di Umberto Bossi. L'ospite a sorpresa, invece, Roberto Calderoli, che spiega: "Non ci dovevo nemmeno venire". Col consueto ritardo arriva Bossi, si avvicina al palco, prende la parola: stronca il governo e, a sorpresa, difende l'acquisto dei caccia F35 spiegando che "avrebbero portato lavoro in Piemonte". Quindi l'ormai consueto attacco a Roberto Maroni: "C'è gente che manda circolari per dire di mettersi in cravatta e non indossare niente di verde, che preferisce lo slogan Prima il Nord, mentre invece solo la Padania può dare la vera identità. Non si sbatte fuori la gente, perché se non si può parlare non c'è democrazia". Ogni riferimento non è puramente casuale.

Il Tosi della discordia - Poi tocca a Calderoli, che elogia il neoeletto Belotti e promette: "Se va in galera per avere difeso la Lega Nord e l'Atalanta vado in galera con lui". Fin qui, tutto bene. Poi però, Calderoli elogia Invernizzi per la "serata delle ramazze", il raduno della Lega che voleva rinnovarsi dopo gli scandali che avevano come epicentro l'ex tesoriere Belsito. Bossi fa una faccia schifata. Poi Calderoli parla di Flavio Tosi. Il Senatùr non gradisce ed invita il segretario del Veneto ad andare laddove non batte il sole. Calderoli non incassa, anzi risponde: "Tosi è un fratello padano. Noi abbiamo il senso di fratellanza. Umberto - si rivolge direttamente all'ex segretario -, quello che dici tutti i giorni su Maroni non va d'accordo con la fraternità e la riconoscenza". Bossi s'inalbera. Chiede il microfono e lo ottiene. Quindi spara: "Nella Lega attuale la riconoscenza è la virtù del giorno prima. Qui c'è gente che tratta la base a calci. Adesso ti ridò il microfono ma non dire stronzate". 

Scontro su Maroni - Questo, però, è soltanto l'antipasto. Calderoli non si piega. Celandosi dietro un tono di voce scherzoso tira una badilata a Bossi: "Avevi detto che non volevi fare come Salomone che rischiava di dover tagliare il bambino in due. Ma con quello che dici ogni giorno su Maroni, qui tagli il partito a pezzi con lo spadone. Dovresti ringraziare Maroni, che ha anche vinto in Lombardia". Quindi la controreplica del Senatùr: "Sì, grazie a Berlusconi...". E Calderoli: "Ma va. Maroni ha vinto e se il partito è al 4% è perché la gente vede che litighiamo. Basta litigi a casa nostra. Chi se ne frega se lo slogan è Prima il nord o la Padania, l'importante è la libertà e tenere i soldi a casa nostra". Ed è qui che per Calderoli, dalla bocca del Senatùr, esce forse l'attacco più pesante: "Sei un democristiano...". E ancora l'ex ministro risponde: "Questa non me l'avevano ancora detta. Ma ti sfido: al prossimo congresso tu e Maroni ve ne andate con un sorriso e lasciate il posto a un giovane, che ho già in mente"...

Le espulsioni - Lo scontro poi prosegue. Bossi sale sul palco. Urla "Padania!" e i presenti rispondono con "libera". E gongola: "Questo è il vero partito, non quello dei cravattari". Quindi annuncia una "norma contro le espulsioni". L'idea non piace a Calderoli: "Sono state espulse in tutto dieci persone, dici che sono troppe, magari erano poche. Ma senza quella norma avremmo ancora Belsito". L'ex segretario, però, sulle espulsioni non ha dubbi: "Chi espelle ha solo paura". Calderoli rilancia: "Ma almeno sei d'accordo sulla fratellanza". E Bossi: "Certo". Calderoli: "Allora Maroni è tuo fratello?". Il Senatùr, sibillino: "Maroni lo ho creato io". Quindi l'ultimo botta e risposta. Calderoli incalza: "Lo so anche io che era più facile essere fratelli quando si era in un partito che aveva il 12%...". Il Senatùr, ancora, si scaglia contro Maroni: "Forse perché una volta c'era un certo Bossi come segretario...".

Spirano, San Rocco, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    02 Luglio 2013 - 17:05

    abbiamo realizzato il federalismo, abbiamo ottenuto l'indipendenza della padania, l'italia divisa in 3 macroregioni con la padania che fa parte della super-regione alpinia, abiamo sconfitto la criminalità abbiamo espuslso i clandestini abbiaMO MESSO UN DAZIO DEL 500% SUI PRODOTTI CINESI, abiamo convertito gli islamici al paganesimo celtico al posto del ramADAN FESTEGGIANO LA STAGIONE DI IMBOLC estate celtica con canti danze musica orge e crapule di polenta e salsiccia. oddio a forza di sognare ho un cerchio magico alla testa. mamma mia che bel sogno peccato che i sogni muoiono all'alba. la lega da partito leader del nord italia è diventato terra di nessuno. di chi la colpa? la favoletta di esopo inizia con: . un giorno er gatto je disse ar topo....indovinate come è finita... proprio come la lega. affossata dai suoi stessi adepti al vertice.

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    02 Luglio 2013 - 17:05

    come possono parlare di tenere i soldi a casa nostra quando loro sono omai venti anni che li prendono a casa degli altri? Ma Roma ladrona ha arricchito anche loro o sbaglio? Le tangenti enimont di bossi sono pura fantasia? MA non c'è mai un giornalista (nel senso letterale della parola) che ricordi a Bossi e Calderoli che siamo in Italia? A volte stento a credere a questi articoli, si stanno sbranando uno con l'altro, prevedo un 1,5 per cento alle prossime elezioni chissà che non se ne vadano tutti questi leghisti da strapazzo. Se penso che uno sta amngiando da ventanni per uno slogan "noi ce l'abbiamo duro" mi vien voglia di sfidarlo adesso...mostraci la pelle di daino. Su Calderoli non spreco neppure una goccia di sudore, è il classico ignorante, ma qualcuno l'ha convinto di essere intelligente. Patetico

    Report

    Rispondi

  • Chry

    02 Luglio 2013 - 16:04

    una moneta a due facce, come la giri è sempre squallida

    Report

    Rispondi

  • insubria

    02 Luglio 2013 - 16:04

    per me di ammalato ci sei solo tu (di mente).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog