Cerca

Dal 2014

Ue, l'annuncio di Letta: "L'Europa ci permette di spendere di più"

La Commissione Europea permetterà all'Italia, uscita dalla procedura d'infrazione, di allargare (un po') i cordoni della borsa. E la Merkel...

Enrico Letta

Enrico Letta

"Ce l'abbiamo fatta! Commissione Ue annuncia ora ok a più flessibilità per prossimi bilanci per paesi come Italia con conti in ordine". E' l'annuncio, festante, del premier Enrico Letta su twitter (hastag: 'La serietà paga'). Insomma, pare che dal 2014 l'Italia, appena uscita dalla procedura d'infrazione Ue, potrà derogare dai vincoli di bilancio imposti dall'Ue, a dir poco stringenti. 

Ue: più flessibilità di bilancio - La conferma dell'importante risultato ottenuto arriva poco dopo da Palazzo Chigi, che con una nota fa sapere: "Il governo raccoglie con grande soddisfazione un risultato importante, forse il più importante di tutti nel rapporto con le istituzioni europee. Il presidente della Commissione Europea, Barroso ha infatti appena annunciato a Strasburgo per i Paesi usciti dalla procedura di deficit eccessivo, come l'Italia, una maggiore flessibilità di bilancio nel 2014 per investimenti produttivi e per rilanciare la crescita. E’ il premio per la scommessa che questo Governo ha fatto fin dall’inizio sul rispetto degli obiettivi di finanza pubblica".

L'assist della Merkel - E' il secondo importante risultato nel giro degli ultimi due giorni per Letta. Proprio ieri, martedì 2 luglio, la cancelliera tedesca Angela Merkel, rispondendo alle domande dei giornalisti alla vigilia della Conferenza sul lavoro che si tiene oggi a Berlino, ha definito la disoccupazione giovanile come "il problema europeo più impellente". Un sostegno esplicito a una battaglia, quella della disoccupazione giovanile, che Letta (e il governo) si è intestato sin dal suo insediamento a Palzzo Chigi, inserendolo in cima all'aeganda del suo esecutivo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    03 Luglio 2013 - 14:02

    cosi ci cacciano e non se ne parla più

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    03 Luglio 2013 - 13:01

    Questi fanno le autoreti ed esultano... non c'è limite alle prese per il c..o.

    Report

    Rispondi

  • arrotino2

    03 Luglio 2013 - 13:01

    Evviva, potremo fare altri debiti!!!!Fra qualche mese saremo messi peggio, ma per ora possiamo continuare a mantenere parassiti e ad assistere "migranti" e zingari. I nuovi tagli, quando ci saranno, saranno a carico dei cittadini e non dei privilegiati e dei furfanti. A proposito di "migranti", va di moda l'uso del participio presente che conferisce un aspetto epico e lascia intendere che siano solo di passaggio: una volta sbarcati diventano però stanziali e l'azione si conclude col collocamento a carico nostro, per cui è più corretto l'uso del participio passato(MIGRATI)

    Report

    Rispondi

  • ubik

    03 Luglio 2013 - 12:12

    il decentramento ci fa risparmiare, usciamo dall'europa ed entriamo in paese... :)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog