Cerca

Un mattone sull'esecutivo

Imu, rabbia Pdl per il diktat del Fmi

Gasparri, Saccomanni e Santanchè

Gasparri, Saccomanni e Santanchè

Prima il premier, Enrico Letta, spiega che "sarà difficile trovare le coperture per abolire l'Imu". A stretto giro di posta arriva il diktat del Fondo monetario internazionale, secondo cui la tassa sulla casa "deve essere mantenuta per ragioni di equità ed efficienza. Inoltre - aggiunge l'organismo presieduto da Christine Lagarde - deve essere accelerata la revisione dei valori catastali per assicurare l'equità". Due colpi bassi per il Pdl, che dell'abolizione della gabella ha fatto il cavallo di battaglia della scorsa campagna elettorale, e che continua a promettere al suo elettorato di voler mantere l'impegno. Il quadro poi si complica ulteriormente, perché il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, risponde al Fmi: "Ne terremo conto". Il titolare di via XX Settembre china il capo e lascia intendere che terrà ben stretta l'Imu.

Rabbia azzurra - Ovvia l'ira del Pdl, sia contro il Fmi sia contro Saccomanni. Ad aprire le danze è Renato Brunetta, che spiega: "Il Fondo monetario ha la sua visione del mondo. Il governo italiano ascolterà quello che ha da dire ma va avanti sulla base del programma votato dalla sua maggioranza". Che tradotto significa: aboliremo l'Imu. Maurizio Lupi ha esattamente lo stesso pensiero. Poche ore prima delle dichiarazioni di Letta e del Fondo, intervistato da TgCom24, il ministro delle Infrastruttre era stato categorico: "L'Imu sulla prima casa sarà tolta. E non in sei anni, ma entro il 30 agosto del 2013". 

"Un attentato" - Viaggia su Twitter la risposta di Maurizio Gasparri al diktat europeo: "Su Imu prima casa intollerabile interferenza del Fmi. Si facciano gli affari loro", cinguetta arrabbiato. Quindi, contro Saccomanni, scende in campo Daniela Santanchè, che ci va giù duro: "La richiesta, l'indicazione del Fmi di lasciare l'Imu, è un attentato alla nostra sovranità nazionale. Se il ministro Saccomanni dovesse, come pare, dare seguito alle indicazioni del Fmi si prepari a cercare un'altra maggioranza per il suo governo per dar seguito a questa sciagurata decisione". 

Altre voci - C'è poi chi invece la pensa diversamente, come Gianni Pittella, vicepresidente del Parlamento europeo e candidato alla segreteria del Pd: "Per una volta - afferma - sono d'accordo con il Fmi. L'Imu sulla prima casa andrebbe abolita per le fasce più basse, per i pensionati e per le famiglie monoreddito. Non come invece vorrebbe il Pdl, anche a chi si gode ville o castelli. Mai fare parti uguali per chi è diseguale. Le priorità per il governo dovrebbero essere altre". Secondo il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, è invece possibile intervenire sull'Imu: "Non ho sentito negatività particolari. Credo che in termini economici - conclude - sia più difficile l'intervento sull'Iva".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • al59ma63

    06 Luglio 2013 - 09:09

    ci hanno rotto i coglioni, Letta non respira se a Berlino non gli danno il permesso, il FMI ci da diktat su come dobbiamo governare, il governo e' li a crogiolarsi con le solite litanie, e ti dicono che su 800 MILIARDI che lo stato spende ogni anno, con sprechi che anche il piu' ignorante degli italiani vede e sa, piu' del 50% dell' intero PIL. Questi cialtroni non riescono a tagliarne 4 oppure 8 compresi IMU e IVA. Ci hanno rotto i coglioni, meglio che andiamo a rivotare, perdiamo meno tempo, Il PD e' il partito delle tasse e della SPESA PUBBLICA a OLTRANZA, ci hanno rotto i coglioni, ed anche Libero se non la pubblica.

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    05 Luglio 2013 - 14:02

    i politici italiani sono malati di esterofilia.. anzi ipnotizzati dai movimenti delle dita guarda caso di due donne della lagarde e della merkel. come un imbranato automobilista cuccato dalla vigilessa, senza cintura di sicurezza, ed azzarda una scusa da gialappa's band.: ho male al fondo schiena... ben altra dignità aveva un certo ALCIDE DE GASPERI (volutamente maiuscolo) il quale pur mendicando aiuto agli americani di allora, ha RISCOSSO SIMPATIA E FIDUCIA tanto che è iniziata l'era del boom e proseguita per tutto il decennio ed anche oltre. i problemi sono tanti, le soluzioni ci sarebbero solo che quelle che piacciono agli italiani non piacciono ai nostri goveranti troppo *choosy* adottarle significa vedersi sfilare la poltrona da sotto il deretano. VERO, SOMARI?

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    05 Luglio 2013 - 14:02

    poco tempo fa avevo come vicino di casa un signore anziano petulante che non perdeva occasione di rinfacciarmi i lavori non fatti in giardino e mi *contava * pure le erbacceche crescevano in strada ben oltre il muroo di recinzione. una volta sono sanfato in banca e tornato con un estratto conto ahimè profondamente in rosso ma mi è stato di valido aiuto. il vicinom l'ha visto e allora gli ho fatto notare che se mi prestava il suo di conto avrei fatto ttui i lavori che mi consigliava anche quelli nella sua cantina visto che l'acqua gocciolava dentro dalle finestre rotte. da allora non mi *consiglia più nulla. allora MADAME LAGARDE volete guardarvi i conti di casa vostra visto che con i nostri non riusciamo neanche a comprare da mangiare? altro che imu.piuttosto consigli ai nostri politici di sprecare meno e di accontentarsi di spinaci bolliti invece che di caviale e champagne ad ogni pasto.

    Report

    Rispondi

  • alejob

    05 Luglio 2013 - 13:01

    Chi è quel deficiente che ti ha messo su quella poltrona. Lo STUZZICADENTI Lagarde, è tanto ignorante che non riesce a capire che l'Italia non è alla pari con tanti paesi che si paga l'IMU. Quando lavoravo negli anni cinquanta all'estero, quache collega che per fortuna aveva un tetto, pagava una tassa che comprendeva ABITAZIONE e IMMONDIZIE. Con una differenza rispetto all'Italia, i salari di quel paese erano e sono, il trenta, quaranta percento, più che in Italia. Capito Saccomanni. Da poco ho acquistato un prodotto in Germania al costo di (24 Euro), lo stesso prodotto volevo acquistarlo in Italia, ma il suo prezzo era, ed è, di (74 Euro). Questo allo STUZZICADENTI LAGARDE non gli entra in testa. Se un Italiano guadagnerebbe (2500 Euro al mese),potrebbe permettersi di pagare l'IMU ed altro ancora. Al governo siete semplicemente dei BALORDI!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog