Cerca

La lettera dei grillini

Il M5S scrive alla Boldrini: "Vogliamo conoscere i curriculum e stipendio di ogni dipendente"

Laura Boldrini

Appena insediata, Laura Boldrini si era presentata davanti alle telecamere annunciando sobrietà nelle spese della politica. Insieme al suo omologo al Senato, Pietro Grasso, aveva promesso anche il taglio degli stipendi dei dipendenti della Camera, dagli stenografi (259mila euro all'anno) ai commessi (8mila euro netti al mese). E i tagli in effetti ci sono stati: del 3%. La montagna, insomma, ha partorito il topolino. 

Quanto costano i dipendenti - A voler vederci chiaro, ora, è il M5S, che per bocca di Riccardo Fraccaro, membro dell'Ufficio di presidenza della Camera, ha scritto alla presidente della Camera: "Il personale in servizio presso la Camera dei Deputati costa ai cittadini 270 milioni di euro ogni anno. 1.521 dipendenti pubblici, di cui 183 consiglieri che arrivano a guadagnare a fine carriera quasi 400mila euro. Un costo insostenibile", si legge nella lettera. 

"Vogliamo conoscere cv e stipendi" - Il gruppo alla Camera del M5S sottolinea come Fraccaro, da componente dell'Ufficio di presidenza, "per esercitare correttamente il suo ruolo ha chiesto di conoscere il trattamento retributivo nominativo percepito mensilmente da tutti i dipendenti appartenenti alle diverse qualifiche. Gli è stato risposto che in capo al deputato non esiste un interesse giuridicamente rilevante alla conoscenza dei dati". Da qui l'iniziativa dei deputati grillini che ora chiedono una "delibera dell'Ufficio di Presidenza: la Camera - si legge - deve assumersi la responsabilita' di decidere se, almeno i deputati chiamati a intervenire sul costo del personale, possono conoscere o meno gli stipendi nominativi e il curriculum vitae dei dipendenti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Coste fredde

    14 Luglio 2013 - 09:09

    Perché PD e PDL non ci hanno mai pensato prima? Semplice. Il quieto vivere, alle Camere, al Quirinale, alla RAI, garantisce a tutti il mantenimento di privilegi assolutamente ingiusti. E' il "sistema". Io non li ho votati, ma, devo ammettere, a volte i grillini sono gli unici che non guardano in faccia a nessuno. Cosa devo dire. Qui mi siete piaciuti.

    Report

    Rispondi

  • Pasquino2012

    14 Luglio 2013 - 01:01

    Il personale della Camera per essere assunto ha partecipato e superato le prove di un concorso pubblico: per quanto si voglia fare apparire non esistono assunti per curriculum vitae. Il cittadino Fraccaro è poi sempre in tempo a partecipare a qualsiasi concorso della Camera per dimostrare a tutti che facilmente si arriva tra i primi. Qual'è il ricco curriculum del cittadino Fraccaro? Come è diventato parlamentare...pardon....cittadino? Quanti voti della rete gli sono serviti (tra amici e parenti) per entrare senza sforzo nel Palazzo dove ogni dipendente è sotto di lui? Continui pure a fomentare il rancore della gente...

    Report

    Rispondi

  • luan

    13 Luglio 2013 - 18:06

    Meno male che c'è gente in parlamento che non guarda in faccia a nessuno

    Report

    Rispondi

  • encol

    13 Luglio 2013 - 18:06

    cittadini italiani che vogliamo conoscere AL CENTESIMO dove vanno i nostri soldi e come vengono spesi. Il capo dello stato "dovrebbe" essere il garante di tutto ciò.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog