Cerca

La cabina di regia

Imu, Iva, debiti: il governo accelera

Il vertice: "Supereremo la tassa sulla casa. Accelerata sul pagamento dei debiti della Pa". Le coperture? "Le comunicheremo il 31 agosto"

Enrico Letta

Enrico Letta

Verso l'abolizione dell'Imu. La soluzione è stata trovata nel corso della cabina di regia di governo: entro il 31 agosto l'esecutivo fornirà soluzioni strutturali per superare, ossia abolire, la tassa per la prima casa. Inoltre verrà impressa un'accelerazione al pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione e verranno individuate le coperture per evitare l'aumento dell'Iva e per attuare i provvedimenti sugli ammortizzatori sociali e sugli esodati. Per il Pdl sembra profilarsi una vittoria su tutto il fronte: Imu in primis, ma anche l'aumento Iva, che dovrebbe essere evitato.

"Nessuno si azzardi a staccare la spina"
Leggi l'approfondimento

"Unità di intenti" - La riunione a Palazzo Chigi, presente Enrico Letta e i rappresentanti della maggioranza del governo delle larghe intese, è durata circa due ore. Al primo punto le emergenze economiche e, come detto, l'attenzione in particolare era rivolta al dossier Imu. Prima dell'incontro il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, aveva detto che "non ci sono spazi per un'eliminazione totale. Cancellarla - aveva aggiunto - farebbe peggiorare l'iniquità sociale e le difficoltà economiche delle categorie più deboli". Al termine della riunione, però, la nota di Palazzo Chigi spiega che nella cabina di regia tra governo e capigruppo di maggioranza "sono emersi forte sostegno politico, unità di intenti e larga condivisione sull'impostazione, i tempi, il merito dei provvedimenti da attuare in materia di politica economica nei prossimi mesi, in particolare per ciò che attiene alla Legge di stabilità". 

Caso Shalabayeva - Tra i presenti alla cabina di regia il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, quello per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, quello per gli Affari regionali, Graziano Delrio, e i capigruppo di maggioranza, tra i quali quello di Scelta Civica alla Camera, Dellai, e del Misto, Pisicchio. Presente anche il vicepremier e titolare degli Interni, Angelino Alfano, al centro della polemica per il caso Shalabayeva. Ma sul tavolo, ha spiegato il premier Letta aprendo i lavori, non c'era l'affare kazako: questo l'unico riferimento all'intrigo internazionale che sta facendo tremare il governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gispo

    19 Luglio 2013 - 08:08

    ...no, IMU rinviata a fine anno. Così a fine anno pagheremo: 2° rata IMU seconda casa, IMU completa 1° casa. Addio tredicesima a scapito del commercio che non venderanno neanche i saldi. Altri negozi che chiuderann ed altri suicidi...ALLELUIA ALLELUIA...PD+L, PD-L e PdR: Una coalizione da fare invidia al mondo intero.

    Report

    Rispondi

  • gicchio38

    19 Luglio 2013 - 07:07

    E QUANDO TI DECIDERAI SARA SEMPRE MOLTO TARDI. SVEGLIA BAMBOCCIONE CHE DAI L'IMPRESSIONE DI DORMIRE IN PIEDI.

    Report

    Rispondi

  • marcopcnn

    18 Luglio 2013 - 22:10

    Perdono gli Italiani. Le Parole possono essere interpretate in molti modi. Alcuni corretti altri meno. Quelle di Letta non dicono affatto che l'Imu sarà abolita (come promette e vuole il PDL) ma superata. Cosa singnifica ? Che per una buona fetta di Italiani significherà mettere mano al portafoglio. La Buova tassa che supererà l'Imu sarà studiata ad rate. Ingloberà diversi tributi e verrà propagandata come "Razionalizzazione" In realtà solo fumo neglio occhi. Confondere le acque e rendere complicati i calcoli. Complicati al punto che nessuno (Tranne pochi eletti) possa avere le prove che l'hanno fregato. ! BUFFONI !

    Report

    Rispondi

  • maurocarlo

    18 Luglio 2013 - 20:08

    Che peccato, si potrebbe tutti quanti andare al mare, far castelli di sabbia come quando si era bimbi,e invece............Guardo con nostalgia a certi films del passato, quelli alla Comencini, momenti di vita bonaria, e di semplice schiettezza, dove la gente si tendeva la mano, e anche le diatribe tra Don Peppone e Camillo, avevano ancora un senso di ironica schermaglia, e invece adesso?, che peccato...................ad maiora

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog