Cerca

Il commento

Belpietro: "Se condannano Berlusconi il Pd licenzia Letta"

Belpietro: "Se condannano Berlusconi il Pd licenzia Letta"

Possiamo dire che ce l’aspettavamo? A differenza di qualche collega più ottimista che nei giorni scorsi parlava di possibile colpo di scena e si spingeva  a ipotizzare un’assoluzione per Fede, Mora e Minetti, noi non siamo affatto sorpresi della sentenza pronunciata ieri dal Tribunale di Milano. Non avremmo potuto dire se la pena comminata sarebbe stata di sette o cinque anni, ma se ci fosse stato richiesto  avremmo scommesso senza tentennamenti su una condanna, perché non avrebbe potuto essere altrimenti. L’accoglimento delle tesi dell’accusa e dunque l’inevitabile pena che si tirava dietro erano per noi  nella logica delle cose: una specie di evento scontato. Infatti, per quanto la composizione della Corte fosse diversa da quella che ha recentemente giudicato Silvio Berlusconi, era assodato che il pronunciamento non avrebbe potuto contraddire la sentenza contro l’ex premier. (...)

Sul quotidiano di sabato 20 luglio il commento del direttore di Libero, Maurizio Belpietro, sulla sentenza di primo grado nell'ambito del processo Ruby-bis. Una stangata per i tre imputati: Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti. Belpietro ci spiega perché la sentenza è scontata. E perché il processo è sbagliato. Dopo aver impallinato il Cav in primo grado, le toghe non potevano che inchiodare - a prescindere - anche gli imputati del procedimento parallelo. E se la Cassazione, poi, sul caso dei diritti Mediaset, confermasse la condanna di Berlusconi, c'è anche il rischio che il governo coli a picco. E non tanto per la reazione del Cav, ma perché qualcuno nel Pd potrebbe approfittarne per mandare a casa Letta.  

Leggi il commento di Maurizio Belpietro su Libero di sabato 20 luglio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scorpione2

    29 Luglio 2013 - 16:04

    ma come potete postare tutto quello che scrivono,ma vi rendete conto che pubblicate post che invitano alla guerra civile,ci vorrebbe una bella denuncia x induzione alla violenza e spero che qualcuno lo faccia.siete dei rivoluzionari.

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    22 Luglio 2013 - 14:02

    Caro Belpietro non si baratta il governo con l'impunità, dovresti essere il primo a dirlo ! Però oggi la giustizia non interessa più a nessuno, siamo circondati da ladri, corruttori malversatori e via di seguito, tant'è che si può benissino scambiare l'impunità con qualcos'altro. Tanto si afferma , non cambieranno le cose ed continuerà il solito malvezzo. Però qualcosa si affermerà nell'opinione pubblica, l'idea che con il denaro si può comprare tutto e che i ricchi la faranno sempre franca con l'aiuto insperato del giornalismo italiano.

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    21 Luglio 2013 - 10:10

    Il problema si risolve in pochi giorni. Si vanno a prendere tutti e li si processa per alto tradimento. Vedete voi quale puo' essere la pena!!

    Report

    Rispondi

  • ubidoc

    ubidoc

    20 Luglio 2013 - 21:09

    Peccato che i ricatti alla giustizia possano farli solo i potenti. Se mi condanni io..ecc ecc...Tutti dovremmo poter ricattare i giudici. Perché solo i politici ? Che democrazia è ? W l'Italia ..di 20 anni fa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog