Cerca

Dem a pezzi

Il Pd per salvarsi
vuol fare fuori
Alfano a settembre

Il segretario Epifani dopo la figuraccia sul caso kazako si aggrappa al rimpasto dopo l'estate: "Serve un esecutivo più forte"

Il Pd per salvarsi
vuol fare fuori
Alfano a settembre

"Serve un governo piu' forte. Serve un governo piu' solido". Stesso premier e stessa maggioranza, ma con "un profilo piu' autorevole". Il segretario del Pd Guglielmo Epifani in un colloquio con 'Repubblica' ribadisce la necessita' di tenere in piedi il governo nonostante la "gravita' enorme del caso Shalabayeva", a prescindere dunque dalla vicenda Alfano, "che pure si doveva dimettere". Ma la crisi andava evitata. E spiega: "Andiamo incontro a un autunno difficilissimo, il peggiore della nostra storia. Se l'esecutivo supera indenne la sentenza della Cassazione su Berlusconi, ha davanti un orizzonte lungo e meno agitato, alcuni mesi di lavoro vero. Ha bisogno di maggiore forza, di un profilo nuovo nel suo complesso". 

Il segretario del Pd non parla di rimpasto, ma di ministri da rinnovare: "Non ne faccio un problema di nomi - spiega - l'importante e' un rafforzamento dell'esecutivo". Certo, ammette Epifani, la gravita' del caso kazako "pone il tema della credibilita' del governo" che "ne esce piu' debole" e "ammaccato". Ma "tra poco dovra' affrontare una situazione molto delicata, quasi drammatica. Per questo occorre rafforzarlo". Per Epifani "sfiduciare Alfano voleva dire far cadere il governo" perche' il ministro dell'Interno "e' anche segretario del Pdl". E insiste: "Non c'era alternativa al voto di ieri" nonostante "abbiamo perso la faccia due volte: per la ferita alla sovranita' nazionale e per la terribile figuraccia internazionale". Epifani non sottovaluta i malumori nel Pd e osserva: "Capisco e rispetto il sentimento dei nostri parlamentari, ma a volte sembriamo si' una caserma, dove pero' ci sono soldati sempre in divisa e altri sempre in libera uscita". Quindi conclude difendendo le grandi intese: "Il governo di servizio vada avanti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    22 Luglio 2013 - 12:12

    e voi quando finirete di scrivere m...ate? tu e l'altro, il colombini, che scrive: "...essere squallido,falso,ipocrita e che non ha mai lavorato un giorno in vita sua....che tutti i sindacalisti di sx si sono arricchiti alle spalle dei poveri ..." Ci dica perché, come, dove, quando e se avrebbe il coraggio di sostenerle di fronte ad una querela; e l'altro pisquano Pino1980: capaci solo di scrivere c....te senza costrutto e che abboccate come totani al titolo di questo articolo che imputa, ad Epifani, la figuraccia col kazako. La figuraccia del kazako l'ha fatta Al-Fano e non Epifani. Siete proprio dei maldestri!!!

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    21 Luglio 2013 - 21:09

    Appendi la politica al chiodo e tutto magicamente finirà. E' dura prendere sempre del sinistro, magari sarai anche mancino, in Italia si circola a destra, è avvenuto un "sinistro", già questo è sinonimo di sfiga, tenere la destra da sicurezza sulle strade. Fai il bravo, impegnandoti ce la puoi fare anche tu. Buone vacanze.

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    21 Luglio 2013 - 21:09

    la mia esperienza nel mondo del lavoro e il tormentato rapporto con certi sindacalisti mi fa supporre che questo personaggio sia astioso e cattivo.

    Report

    Rispondi

  • perfido

    20 Luglio 2013 - 18:06

    Epifani, parla di rimpasto. Ma se la materia prima "qualitativamente" è quella, con un rimpasto cosa può sperare di ottenere : sangue da una rapa? Epifani, se sei stato posizionato dove ti trovi, alla guida del PD, un motivo ci sarà. Se non riesci a trovare il bandolo della matassa, non è colpa tua; in questa baraonda di gente che, non sa da che parte stare (se con quello o con quell'altro) e se quello e quell'altro, sono il peggio di uno e dell'altro, allora mi dici perché ti hanno sistemato lì? Non lo sai? La verità è che fin quando ci sarà BERLUSCONI sulla scena politica, voi sinistronzi continuate a perdere terreno. Avete "vinto" alle elezioni e vi ritrovate nelle condizioni peggiori di prima. Non avete imparato, per caso, a camminare come i gamberi (un passo avanti e due indietro), visto che voi intellettuali sinistrati ne inventate una dopo l'altra. A mio avviso, credo che vi facciate condizionare molto dai tanti magistrati o presunti tali che avete voluti nel Partito.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog