Cerca

Querelato e interrogato

Pd, Bersani dal pm: "Cayman? Mai dato del bandito a Serra"

L'ex segretario democratico si era scagliato contro il finanziere sostenitore di Renzi. Querelato, si difende: "Mi riferivo a chi ha base alle Cayman, in generale..."

Pd, Bersani dal pm: "Cayman? Mai dato del bandito a Serra"

"Non ho mai detto bandito a Serra, leggete le Ansa...". E' piuttosto nervoso, l'ex segretario Pd Pierluigi Bersani, uscendo dal confronto con il pm di Milano Luigi Orsi che lo ha interrogato perché querelato dal finanziere Davide Serra. Per chi non ricorda, in tempo di primarie democratiche Bersani si era scagliato contro Serra, sostenitore e finanziatore di Matteo Renzi e titolare della fondazione Metropolitan controllata da una holding con sede alle Cayman. Ai giornalisti che lo incalzavano, Bersani parlò di "banditi tra virgolette" riferendosi ai protagonisti della finanza selvaggia. Visto che si stava parlando della polemica sui soldi raccolti da Renzi, Serra non la prese bene e querelò Bersani.

L'autodifesa di Bersani - Oggi come allora, davanti al pm Orsi Bersani ha ribadito di non aver mai dato del bandito a Serra e di non averlo mai conosciuto di persona. Lo smacchiatore mancato di giaguari ha spiegato che le sue erano considerazioni di carattere generale su chi ha base alle Cayman e che le sue valutazioni rientravano nel diritto di critica politica. "Con la gente basata alle Cayman, non deve parlare nessuno - aveva affermato all'epoca, tra le altre cose -, è ora di finirla perché c'è gente che lavora e paga le tasse". I legali di Bersani hanno depositato una corposa memoria. E' stato lo stesso ex segretario democratico, quando gli è stato notificato l'atto di chiusura delle indagini, a chiedere al pm di essere interrogato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    22 Luglio 2013 - 16:04

    Come mai tutti i suoi colleghi di merenda non lo hanno accompagnato per dare al magistrato la giusta interpretazione di quello che il povero Bersani avrebbe voluto dire ma interpretato male? Gargamella attento che le bugie hanno le gambe corte !!!!

    Report

    Rispondi

  • gisto

    22 Luglio 2013 - 15:03

    Tranquillo,Bersani. Non far finta di essere nervoso,è un atto dovuto,magari ti ha chiesto scusa,e visto che c'eri, non è che sai qualcosa su Berlusconi? Non si sa mai.

    Report

    Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    22 Luglio 2013 - 15:03

    Poveretto, vogliono addirittura inchiappettarselo per diffamazione. Gli è veramente rimasta l'osteria ed un bicchiere di vino per dimenticare tutte le porcate del suo partito.

    Report

    Rispondi

blog