Cerca

Verso il B-Day

Berlusconi, la Cassazione e il sondaggio alla Ghisleri: con la condanna sarà "effetto martire"

Aria tesissima nel Pdl, i falchi hanno pronto il "piano di guerra" in caso di sentenza negativa: salta Letta. Il Cav vuole valutare l'impatto sul voto

Berlusconi, la Cassazione e il sondaggio alla Ghisleri: con la condanna sarà "effetto martire"

Vietato parlare, vietato fare commenti, vietato fare previsioni. Silvio Berlusconi ha dettato la linea ai suoi: fino alla sentenza della Cassazione sul processo Mediaset, che dovrebbe arrivare martedì 30 luglio, non deve volare una mosca. Ma dopo? Se sarà confermata la condanna a 4 anni di carcere e 5 di interdizione dai pubblici uffici, non è detto che il Cavaliere dia l'ordine al Pdl di "scatenare l'inferno". Ci sarebbe però, come riporta anche Alessandro De Angelis su Huffingtonpost.it, un sondaggio commissionato da Berlusconi alla fida Ghisleri per verificare il peso elettorale dell'eventuale condanna. Un "effetto martire" che, ironicamente, ricorda Nanni Moretti. Parafrasando Ecce Bombo, basta sostituire il celebre "Mi si nota di più se vengo, se non vengo o se vengo in ritardo?" con l'attualissimo "Mi si vota di più se vengo condannato, se non vengo condannato o se vengo condannato e sto zitto?". 

Il "piano di guerra" - Il punto è proprio questo. Nel centrodestra tutti, Cavaliere per primo, sono convinti che dalla Cassazione non verranno sorprese positive. Una condanana scritta, insomma. Per ora, un po' per non far traballare il già fragile governo Letta un po' per non compromettere sul nascere le sue speranze di assoluzione, Berlusconi ha tenuto duro, senza sparare a zero sulle toghe e mantenendo un profilo istituzionale. Ma nel Pdl in tanti, Daniela Santanchè in prima fila, stanno bollendo e vorrebbero mettere in atto quello che, negli ambienti di via dell'Umiltà, hanno già definito "piano di guerra". E contro chi sia questa guerra è sempre più chiaro: potrebbe rimetterci proprio il premier. Anche perché, e qui i sondaggi parlano già chiaro, il Pdl sta aumentando il proprio vantaggio e con il ritorno di Forza Italia a settembre l'entusiasmo nel centrodestra potrebbe aumentare. D'altronde, come rivelato da Franco Bechis su Libero di giovedì 25 luglio, il Cavaliere avrebbe già pronto il suo discorso post-condanna, durissimo con Letta. Se la giustizia farà cadere la testa di Berlusconi, si rischia dunque un effetto domino devastante. Per il centrodestra ma non solo.

di Claudio Brigliadori

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    29 Luglio 2013 - 19:07

    Forse sei l'unico coglione rimasto sulla terra che,crede che,la legge è uguale per tutti.Fosse così certi magistrati sarebbero in galera.

    Report

    Rispondi

  • Aprile2016

    27 Luglio 2013 - 13:01

    ***Scrivo appositamente per stanare i beceri che comprendono, colpa della loro limitatezza, soltanto il linguaggio degli ubriakoni della "bettola ber-sani" e dei pederasti quali amanti di bananas da 40 centimetri. La ringrazio di essersi esposto.*

    Report

    Rispondi

  • Chry

    27 Luglio 2013 - 13:01

    veramente non comprendo il vostro puerile modo di tirare in ballo due casi così diversi e normati in modo diverso. Il ravvedimento passa per la detenzione, forse l'imputato Silvio è diverso da gli altri condannati per reati simili? non è uguale ad altri? sai che la Libertà su cauzione si concede solo "se il suo comportamento è tale da far ritenere sicuro il suo ravvedimento"...

    Report

    Rispondi

  • Chry

    27 Luglio 2013 - 11:11

    Un uomo che fino ad un paio di settimane fa era isterico e nervoso per la sentenza, ora che non si fa vedere e sentire lo definisci 'calmo'??? mentre ora tu speri venga condannato??? ...la senilità avanza... ma tant'è che sei proprio un coglione AHAHAH

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog