Cerca

Al volante

Letta a piedi, Alfano in Panda,
D'Alia in Smart, Moavero in Lancia,
ecco il "garage" del governo

I ministri, i sottosegretari e il premier dichiarano anche le loro auto. Il più "ricco" è Patroni Griffi: una Bmw 320, una Ford Fiesta Plus e una Toyota Yaris

Letta a piedi, Alfano in Panda, 
D'Alia in Smart, Moavero in Lancia,
ecco il "garage" del governo

Li vediamo sempre in auto blu. Qualcuno per accaparrarsi qualche copertiva va a Montecitorio in bici. Qualcun altro invece sceglie la moto. Ma i politici di casa nostra, nella vita di tutti i giorni che auto tengono nel garage? Palazzo Chigi pubblica i redditi di alcuni ministri e di alcuni sottosegretari sul sito web del governo. Tra numeri e cifre si intravedono i "ministri al volante".

Letta a piedi - Il premier Enrico Letta dichiara di non possedere alcuna automobile. Non risulta nemmeno quella usata a fine aprile quando, dopo la chiamata di Napolitano, si era precipitato con la moglie al Quirinale per ricevere l'incarico da Napolitano a bordo di un Fiat Ulysse. La mossa che aveva suscitato curiosità era stata studiata da Letta per dare un messaggio anti-casta agli italiani. Ma in effetti, già Dagospia.com aveva riferito che l'auto in realtà era la macchina di servizio della moglie Gianna Fregonara, giornalista del Corriere della Sera. Dunque Letta resta a piedi. Se ha bisogno dell'auto prende quella della moglie, o del Corriere.

Alfano in Matiz - Ma a quanto pare ad avere il garage meno lussuoso è il vicepremier Angelino Alfano. Dichiara di avere una Daewoo Matiz del 1999, una Fiat Panda del 2005, e una Renault Twizy elettrica del 2012. Filo-nipponico è il ministro per le riforme costituzionali Gaetano Quagliariello che sotto casa parcheggia una Toyota Corolla. Altra storia invece per il ministro Moavero che preferisce l'italian style guidando una Lancia Delta. Il ministro D'Alia invece non vuole problemi per il parcheggio, così dichiara di avere una Smart. Infine il vero Ecclestone di palazzo Chigi è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio che dichiara una Bmw 320, una Ford Fiesta Plus e una Toyota Yaris. (I.S.)

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gios78

    28 Luglio 2013 - 17:05

    Vista la loro inutilità questa gente dovrebbe andare in giro a piedi nudi, altro che macchina...

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    28 Luglio 2013 - 11:11

    non mi interessa quali e quante auto hanno, l'importante che se le paghino con i loro soldi e che non abbiano le auto blu!

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    28 Luglio 2013 - 11:11

    dovrebbe essere d'obbligo possedere macchine italiane. La Fiat venderebbe più automobili e il mercato ne sarebbe avvantaggiato per buona pace dei sindacati.

    Report

    Rispondi

blog