Cerca

Il ddl Letta-Quagliarello-Franceschini

Il piano segreto del governo: un disegno di legge per cambiare il Porcellum

Sbarramento, premio di maggioranza e circoscrizioni. Scopri come sarà modificata la legge elettorale

Letta con Franceschini e Quagliariello

Letta con Franceschini e Quagliariello

Il governo sta studiando una modifica del Porcellum in moda da rendere utilizzabile una legge elettorale sulla cui legittimità la Corste Costituzionale si esprimerà il prossimo dicembre. L'idea di Enrico Letta, del ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello e del ministro dei Rapporti col Parlamento Dario Franceschini, riporta Repubblica, è quella di presentare un disegno di legge ad hoc tra fine settembre e i primi di ottobre che potrebbe essere approvato almeno in un ramo del Parlamento.

Si tratterebbe insomma di una norma-ponte, di una mini riforma del Porcellum che verrebbe così cambiato. Primo: verrebbe introdotta una soglia minima di accesso al premio di maggioranza - attualmente non prevista -, ad ottenerlo sarebbe la forza che supera almeno il 40 per cento dei consensi. Secondo: verrebbe innalzata la soglia di sbarramento alla Camera. Ora è pari al 4%, verrebbe elevata al 5-6% evitando così il rischio che forze minori possano varcare la soglia di Montecitorio e Palazzo Madama. Terzo: conseguenza dell'innalzamento della soglia di sbarramento è la diminuzione delle attuali circoscrizioni elettorali. Una sorta di ulteriore sbarramento, quindi, che ridurrebbe il numero degli eletti per circoscrizione. Quarto: il premio di maggioranza al Senato tornerebbe ad essere distribuito su scala nazionale anziché regionale, come per la Camera, così da evitare il problema che si è palesato durante le ultime legislature di avere governi senza una maggioranza sufficiente al Senato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    29 Luglio 2013 - 17:05

    facciamo funzionare UNA SOLA CAMERA: di due che se ne fa? è solo ping pong legislativo una legge approvata al senato non va bene alla camera deve tornare al senato, ecc. insomma è una perdita di tempo costosissima. le leggi vanno riscritte tutte quante a partire dalla costituzione che va bene così com 'è in certi punti e non va per niente bene in tanti altri insomma riscriviamola ex novo. legge elettorale: è difficile conciliarele aspirazioni di piccoli e grandi partiti di piccole e grandi coalizioni anzi sono coalizioni-matrimoni d'interesse tipo lega pdl a volte c'è sincronia e unità d'intenti altre volte si litiga per un cavillo insignificante. propongo una camera di 300 deputati e 300 rappresentanti regionaliCATEGORIE PRODUTTIVE sbarramento coalizione 45% e sbarraMENTO partito singolo al 7%, tutti su base nazionale. ABOLIZIONE DELLA CARICA DI SENATORE A VITA

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    29 Luglio 2013 - 17:05

    Franceschini e Quagliariello (non a caso due diminutivi, sunt nomina omina) cercano di rattoppare il "porcellum" per renderlo digeribile alla plebe e alla Consulta. Della plebe non frega niente a nessuno, ma fanno finta di sì; della Consulta hanno un ingiustificato terrore e cercheranno di barcamenarsi in modo da evitare una bocciatura. Ne uscirà come sempre una frittatina mal cotta e indigesta, a cui tutti fra un po'daranno la colpa dei pastrocchi che seguiranno. Un consiglio: rifatela ex novo, la legge elettorale, magari copiandola, mutatis mutandis, da una legge elettorale funzionante. Ma ho paura che anche il "mutatis mutandis" sia un insormontabile ostacolo per i nostri diminutivi Quagliariello e Franceschini, dato che non si può ricorrere al copia/incolla. Ma i titoli, chi li fa, a Libero? Piano segreto...mi facciano il piacere!

    Report

    Rispondi

  • vival

    29 Luglio 2013 - 16:04

    L'importante è che non ci siano le preferenze. Vero?? In modo da piazzare chi vuole il capitano. Ma almeno parlino di "nominati" e non di "eletti". Siamo alle solite.

    Report

    Rispondi

  • Zawol

    29 Luglio 2013 - 12:12

    Poi va bene. L'unica cosa: non serve una soglia di sbarramento se le circoscrizioni sono molto piccole.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog