Cerca

Processo Mediaset in Cassazione

Mediaset, Pg: "Confermare la condanna a Berlusconi"

Le conclusioni del Pg: "Il Cav fu l'ideatore della frode". Ma chiede lo "sconto" all'esilio politico. Attesa per la sentenza

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

"Silvio Berlusconi è stato l'ideatore del meccanismo di frode fiscale" al centro del processo sulla compravendita di diritti tv Mediaset. Durissima la conclusione del sostituto pg di Cassazione, Antonio Mura, secondo cui "le sentenze di merito hanno una coerenza logica nella valutazione probatoria". Scontata la conclusione e la richiesta avanzata dalla toga: "Confermare la condanna" a quattro anni di reclusione. Ma contestualmente arriva la richiesta di ridurre l'interdizione dai pubblici uffici "da cinque a tre anni". Un piccolo sconto, dunque, per quel che riguarda l'esilio politico che vogliono imporre al Cav.

L'attesa - Secondo il pg è "inverosimile" sostenere l'ipotesi che i fatti al centro del processo siano stati "una colossale truffa ordita per anni ai danni di Berlusconi". Inoltre, secondo Mura, "sussistono tutti gli elementi costitutivi delle fattispecie di reato contestato agli imputati". Ora la palla passa ai giudici di Cassazione, che dovranno decidere se confermare la condanna al Cav, assolvere oppure rinviare il processo a un precedente grado di giudizio (leggi l'approfondimento): la sentenza è attesa per domani, mercoledì 31 luglio, o al più tardi per giovedì. Franco Coppi, avvocato di Berlusconi, ha fatto filtrare un briciolo di ottimismo, spiegando di confidare in un "annullamento radicale della sentenza" grazie a "un asso nella manica". 

"Procura imparziale" - Poche ore prima delle conclusioni, il pg Mura, dell'accusa, aveva chiesto che "le passioni restino fuori da quest'aula". "Il compito della Corte - aveva spiegato - è farsi carico del proprio ruolo in modo avulso da aspettative e passioni che sono frutto del libero dibattito ed espressione della democrazia, ma devono restare fuori dall'aula". Quindi Mura aveva assicurato che "la Procura sarà imparziale e non si farà condizionare da pressioni esterne, espressione certamente di democrazia ma che sono e che devono rimanere estranee al processo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    05 Agosto 2013 - 10:10

    spero solo che questi siano gli ultimi colpi di coda da parte di una frangia di magistratura indegna di un paese semicivile come l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    01 Agosto 2013 - 00:12

    Se avessi potuto contare su Italiani con le palle, gli avrei dato io un bel liscio e busso a certi corvi ermellinati di rosso....! Avrei chiuso la partita in quattro e quattr'otto sul nascere....! Come ? Non si può dire, ci sono i minori e non sarebbe buona cosa che sentissero....! Spero soltanto che questa farsa, si concluda bene per il Cavaliere, diversamente, ognuno si assuma la propria responsabilità, poi, ci sarà eccome un giorno, in cui il vento girerà, ed in quel momento, chi è stato causa del suo male, inevitabilmente dovrà piangere se stesso.......!!!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    31 Luglio 2013 - 19:07

    La Biellorussia ? Cosa è, un nuovo stato formato da Biellesi comunisti ? O forse intendevi La Bella Russia ?

    Report

    Rispondi

  • ilsaturato

    31 Luglio 2013 - 17:05

    ...qualche milione di nullafacenti e gozzoviglianti carcerieri ideologizzati controlla che nessuno sposti anche solo l'occhio dal microscopio (figuriamoci liberarsi e andare in giro...) e si ingozza del nostro sangue, oltretutto irridendoci. Il problema è che tanti degli incatenati sono talmente indottrinati e convinti, che abbaiano e digrignano i denti ai loro vicini che osano tentare di liberarsi da tutto questo (basta leggere anche solo le idiozie senza senso, offensive, violente e pretestuose che tanti acefali rossi vengono a scrivere anche qui...). Non c'è più spazio, non c'è più tempo, non c'è più ossigeno, per porre attenzione ai particolari. Occorre "guardare dall'alto" e nella visione generale concentrarsi sui "macigni", sulle "montagne", sui "reticolati di filo spinato"... Lo stato costa troppo, si deve tagliare le spese a colpi d'ascia non con la pinzetta per le ciglia - La Costituzione e l'assetto istituzionale sono inadeguati e paralizzanti,...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog