Cerca

Scelte difficili

"Il governo sta per cadere"
Ultimatum Pdl al Pd
per le nomine Mogherini e Gozzi

La decisione di promuovere i due democratici è stato accolta dai senatori del Pdl come un "rompete le righe"

Federica Mogherini

Federica Mogherini

Il Pdl è sul piede di guerra per le nomine della fassiniana Federica Mogherini, eletta presidente della delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare Nato, e Sandro Gozi (prodiano sempre molto critico sul governo delle larghe intese), eletto presidente della delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa. Nomine, quelle dei due esponenti del Pd, accolte come un 'rompete le righe' dai senatori del Pdl. "Cade il governo", e il commento amaro di un senatore Pdl all'uscita dall'Aula di Palazzo Madama. "Un segnale molto negativo", lo definisce apertamente Giuseppe Esposito che chiede un chiarimento al Pd: "Si tratta di un disegno per rompere il patto che tiene in vita il governo".

Coincidenze sospette - Durante la riunione del gruppo Pdl è stata sottolineata la coincidenza temporale tra la sentenza di cassazione su Mediaset, che ha poi confermato la condanna a Silvio Berlusconi, e lo 'strappo' compiuto dal Pd. I democratici, assieme a Scelta Civica avrebbero compiuto un salto in avanti dopo lo stallo sulle nomine al vertice della Commissione per le questioni regionali e elle delegazioni Nato e Consiglio d'Europa. Stallo causato dalla richiesta del Pdl di eleggere in capo alla Commissione Antimafia un proprio esponente. Richiesta rimasta però inascoltata dagli alleati di governo.

Prove di ribaltone - Il fatto, spiegano nel Pd, è che da tempo si era arrivati al "muro contro muro" sull'Antimafia: il Pdl rivendicava per se' la presidenza senza che però ci fosse l'accordo del Pd. Così, dopo un "lungo periodo di stallo", con il Pdl che di fatto ''bloccava tutte le altre nomine" Pd e Scelta Civica decidono di forzare un po' la mano eleggendo Federica Mogherini e Sandro Gozi. A Balduzzi, Scelta Civica, tocca invece lo scranno più altro della Commissione parlamentare per le questioni regionali. Diversa la versione che si dà nel Pdl: "Stanno già facendo le prove per un'altra maggioranza", è il commento lapidario di un senatore che sta partecipando alla riunione del gruppo, "e noi faremo sentire la nostra voce".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    03 Agosto 2013 - 10:10

    Penso che a qualche sinistro possa essere spiegato qualcosa ma a lei,caro oviparo, no. Vale sempre l'assunto:"è più facile a un sinistro piantarla nel culo che non in testa"; faccia lei che, a maggior ragione,è nato predisposto. Continui a cibarsi di larve ed insetti e scriva meno perchè si fà del male da solo...a proposito: ventanni non si scrive così bensì: vent'anni.Saluti al prodotto ittico più avariato che ci sia.

    Report

    Rispondi

  • acstar

    01 Agosto 2013 - 17:05

    E poi cari ragazzi, se è vero che all'articolo 1 (uno) della Costituzione c'è scritto che abbiamo diritto a lavorare e il lavoro ce lo hanno "segato" in tutte le maniere, perché noi dobbiamo tenerli lì e pagare le tasse? E poi ci dicono che pagare le tasse deve essere un dovere piacevole ! Cavolo: ci sono tasse dappertutto ( benzina, bollettini, iva, bolli etc etc ) , e dobbiamo pure fare la dichiarazione dei redditi? Becchi e mazziati: scriviamo noi, dopo ogni fine d'anno per fare un bel riassunto di cosa abbiamo combinato, e loro "controllano" e ce lo mettono nel culo!! Ma siamo matti? Ci facciamo "male" da soli !! Riflettete un po'! Il debito pubblico lo devono pagare loro, dagli assessori comunali di quarant'anni fa in su, fino al "capo" di oggi ! Dividono equamente senza fare scherzi, sotterfugi ed esenzioni varie, e pagano fino alla loro quarta generazione! Scommettiamo che il "debito" diminuisce parecchio in un anno neppure? Meditate "ragassuoli" meditate !

    Report

    Rispondi

  • acstar

    01 Agosto 2013 - 17:05

    Meno male fanno qualcosa per "cadere" con questo governo di inciuci! E nessuno lo voleva... : che ridere comunisti e fascisti assieme...meno male che si odiavano...! Altro che "compromesso storico" : questo è un "compromesso di vendita" dell'Italia ! "fallimomti" , addirittura "tre-monti". .....ora "mani nel sacco": ma nessuno s'incazza? Speriamo che si vada di nuovo a votare: Matteo preparati, ma attento a non tradirci, altrimenti prendiamo a schiaffi anche te! Vogliamo un'Islandaaaaa !! Ma possibile che con questa Europa del cavolo e pure questo euro cretino dove siamo entrati per colpa di cretini, solo la "culona" stia in sella ? Ragazzi, ove possibile, NON comprate più nulla di tedesco: se "calano" loro, siamo tutti quasi a posto! Immaginate una "crande cermania" che chiede "aiuto" all'europa ! Se non facciamo così, ritornano e ci schiacciano con i soldi!!

    Report

    Rispondi

  • axel40

    01 Agosto 2013 - 17:05

    E' piu' facile far tornare vergine la Tommasi che spiegare qualcosa a te!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog