Cerca

Sotto l'ombrellone

La Boldrini: "La mia Camera la migliore d'Europa", due leggi in 5 mesi...

"Montecitorio non va in ferie". Lady Montecitorio invece chiude tutto e manda tutti al mare. Ma avverte: "L'assemblea italiana fa meno vacanze di tutte le altre"...e lavora meno delle altre

Laura Boldrini

Laura Boldrini

Laura Boldrini ha il senso di colpa tipico della Casta. Dopo le critiche per la scarsa efficienza delle istituzioni è partita la campagna "noi siamo più bravi degli altri e non andiamo in ferie". L'orgoglio di Lady Montecitorio è irrefrenabile. Al punto che dopo avre detto "l'Aula non va in vacanza", la Boldrini dirama una nota dove non solo conferma che il Parlamento in vacanza ci va eccome, ma che addirittura, al netto dei giorni di mare e sole, la nostra Assemblea è una delle più virtuose d'Europa. Non lo sapevamo.

"Siamo i migliori" - Ce lo spiega la Boldrini: "Se facciamo un confronto con gli altri Parlamenti europei, questa volta l'Italia da' il buon esempio. L'emiciclo di Strasburgo - ricorda infatti la presidente della Camera - si è fermato il 4 luglio per riaprire i battenti il 9 settembre. I due rami del Parlamento francese sono chiusi da metaà luglio e i lavori riprenderanno il 10 settembre. La Camera dei Comuni del Regno Unito - sottolinea ancora - ha tenuto l'ultima seduta il 17 luglio e la prossima è convocata il 30 settembre". E che dire della rigorosissima Germania? "L'ultima seduta del Bundestag - annota Boldrini - è stata il 28 giugno scorso e la riapertura non e' stata ancora fissata". Insomma gli italiani possono pure andare in ferie tranquilli, abbiamo il miglior parlamento d'Europa.

Due leggi in 5 mesi - Ma ne siamo proprio certi? L'orgoglio della Boldrini fa i calcoli basandosi solo sui numeri dei giorni di vacanza. Ma dati alla mano la Camera ha lavorato davvero poco. Su 76 disegni di legge di iniziativa parlamentare soltanto due hanno visto l'approvazione finale. Pochino, dopo ben 5 mesi di legislatura. Il resto del tempo i deputati diretti dalla Boldrini l'hanno passato tra ordini del giorno, emendamenti, interrogazioni che di concreto non hanno portato a nulla. A fine luglio, come racconta Linkiesta.it, a Montecitorio si erano tenute 59 sedute, per un totale di circa 300 ore di lavoro. In Aula i deputati sono stati impegnati in oltre 600 votazioni, dopo aver presentato quasi 2.500 emendamenti e più di 500 ordini del giorno. Circa 1.400, invece, i progetti di legge di iniziativa parlamentare depositati dall’inizio della legislatura. Una media di 2,2 a deputato. All’Aula vanno aggiunti i lavori in commissione. Fino alla scorsa settimana si erano tenute almeno 700 sedute formali. Più o meno 550 ore di lavoro. Più 300 ulteriori sedute dedicate ad altre attività (dalle audizioni informali agli uffici di presidenza). Per un totale di oltre 1.000 sedute e 750 ore di lavoro. Risultato finale? Due leggi. Le ferie sono meritate. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piffi

    12 Agosto 2013 - 22:10

    Personaggi come te e non solo li avrebbero gia ' fucilati.....!! Devi ringraziare questo paese di merda .......e i cretini che ancora pagano le tasse per mantenervi.......!! Che schifo......!

    Report

    Rispondi

  • Vispateresa

    Vispateresa

    12 Agosto 2013 - 18:06

    Mandarli tutti a casa ? Magari, ma hanno creato un sistema che li protegge da tutto e da tutti. Quindi anima in pace e pedalare : quello che fa più arrabbiare è che oltretutto ti prendono sistematicamente per i fondelli e tu non puoi fare altro che sbraitare invano.

    Report

    Rispondi

  • mariogi

    12 Agosto 2013 - 17:05

    Questa donna Esibizionista oltre che Matta è una gran Ballista abituata a incassare ricchezze senza fare un cazzo.Fare la privilegiata e tagliare nastri è per lei è un duro lavoro...Al diavolo, questa classe politica italiana andrebbe Processata per Alto Tradimento e fucilata con le spalle al muro!!! Vergonatevi Bastardi!!!

    Report

    Rispondi

  • matrox1000

    12 Agosto 2013 - 16:04

    per fare un ragionamento concreto bisognerebbe calcolare quante ore di lavoro i nostri parlamentari fanno in un anno più che i giorni in cui la camera sta aperta (che non vuol dire nulla come nulla vuol dire il numero di leggi: per questa ultima cosa semmai c'è da prendersela con i neuroni italici che sono sempre pieni di confusione e faragginosità). Certo una cosa è sconcertante: se la chiusura della camera coincide con le ferie dei parlamentari e si hanno 2 mesi di ferie (anche) negli altri paesi allora i politici sono dei musi di m..da dappertutto!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog